L’EMBRIONE DEL COMITATO E DELL’ ASSOCIAZIONE 4° STORMO POI
Nel 2001 ricorre il 70° Anniversario del 4° Stormo e nei primi mesi dello stesso anno, il Sig. Cocianni e il Comandante Chianese si incontrano accomunati dallo stesso interesse per la storia dell’ aeroporto di Gorizia.
Nel frattempo (marzo 2000) Chianese ha pubblicato il sito “Aquile e pomodori” che raccoglie la documentazione di alcuni piloti del 4° Stormo di Gorizia. ll nome del sito fa riferimento al padre Raffaele, primo dei piloti del 4° Stormo e uno degli ultimi viventi che, dopo aver prestato servizio come pilota nella Regia Aeronautica prima e nell’Aeronautica Militare poi, una volta in pensione si è dedicato alla cura del suo orto a Gorizia.

VIENE COSTITUITO IL COMITATO PROMOTORE
A Chianese e Cocianni si aggiungono i Sig.ri D’ Agostino, Fina, Storni e le Sig.re Fratepietro e Rusjan.
La ricerca storica continua con il contributo dei nuovi arrivati e la documentazione raccolta diventa sempre più consistente tanto da pensare di allestire una mostra fotografica in occasione del 70° Anniversario del 4° Stormo.
Per meglio organizzare l’evento, il gruppo si costituisce in Comitato Promotore per la mostra.

Vengono presi i primi contatti con il comando del 4° Stormo il quale invia a Gorizia i M.lli Arienti e Brancaccio per un sopralluogo. Il 13 giugno è a Gorizia il Comandante Col. Enzo Vecciarelli che incontra il comitato promotore, il Presidente della Provincia Brandolin e il vice Brancati e il vice sindaco Noselli.

Dopo una breve visita al Museo della Grande Guerra, all’ aeroporto e un fugace pasto alla trattoria Ozbot, il Col. Vecciarelli si avvia verso Rivolto da dove decolla con un 104 del 4° Stormo alla volta di Grosseto. I M.lli Arienti e Brancaccio nel pomeriggio incontreranno il Serg. Pil. Raffaele Chianese, “Vecio” del 4° Stormo. Faranno rientro a Grosseto il giorno dopo.

U.L.M. DIRETTI A CAPO NORD
Il 22 giugno 2001 una quindicina di U.L.M. diretti a Capo Nord fanno tappa sull’aeroporto di Gorizia; lo stesso nel ritorno. Distanza totale coperta A/R 8.700 Km.

70 ANNI 4°STORMO MOSTRA FOTOGRAFICA

Il 15 luglio 2001 il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare Gen. S.A. Sandro Ferracuti e il Comandante del 4° Stormo Col. Vecciarelli inaugurano la mostra storico fotografica dedicata ai 70 anni dello Stormo. Sono presenti il Gen. Giorgio Bertolaso, i  M.lli Arienti e Brancaccio del Quarto, il Presidente della provincia Brandolin, l’Assessore comunale Cosma la Sig.ra Romandini figlia del Serg. pil. Vittorio del 4°Stormo di Gorizia e i “Veci” Biffani, Chianese, Galbusera.

Manifesto

La mostra riscuote un tale successo che la chiusura, prevista per il 13 agosto, viene prorogata al 26 dello stesso mese.

Libretto mostra 2001

70 ANNI 4°STORMO REINAUGURAZIONE MONUMENTO DUCA D’ AOSTA

Gorizia 13 agosto 2001 Reinaugurazione monumento Duca d’Aosta e Lapidario Caduti 1° e 4° Stormo.
Il 13 agosto sull’ aeroporto di Gorizia si svolge la cerimonia di rinaugurazione del monumento del Duca d’ Aosta. Progettato dall’architetto Paolo Caccia Dominioni, il monumento venne inaugurato il 4 novembre 1962. Alla cerimonia partecipano i sindaci di Gorizia e Grosseto, Valenti e Antichi, il Comandante del 4° Stormo Col. Vecciarelli, il M.llo Brancaccio, storico del 4° Stormo, il cappellano Don Giorgio Nencini, il Presidente della Provincia di Gorizia, numerose autorità militari , associazioni d’ arma e combattentistiche.
Le autorità di Grosseto arrivano in prima mattinata con l’ Airbus 319CJ dell’ Aeronautica Militare che atterra all’ aeroporto di Ronchi dei Legionari.

4° da sinistra Vice Presidente della Provincia Brancati, a seguire Sindaco di Gorizia Valenti, Col. Vecciarelli, Sindaco di Grosseto Antici.(Foto Bumbaca-bum1)

10 SETTEMBRE 2001: VIENE COSTITUITA L’ ASSOCIAZIONE CULTURALE 4° STORMO GORIZIA

(logo1)

Nel logo dell’ Associazione sono raffigurati gli stemmi dei due gruppi di volo del 4° Stormo di Gorizia, il IX e il X Gruppo


Dallo Statuto: Art. 2 – Finalita’ dell’Associazione

1.  Conservazione delle memorie storiche del Quarto Stormo Caccia Terrestre della Regia Aeronautica in stretta collaborazione con il  Quarto Stormo Caccia   
     dell’Aeronautica Militare.
2.  Valorizzazione dell’aeroporto” Duca d’Aosta” di Gorizia.
3.  Svolgimento di tutte quelle attivita’ rivolte alla diffusione ed alla conoscenza della storia e della tecnica aeronautica in  genere. 

EXPOMEGO 2002
In maggio nei padiglioni della fiera di Gorizia, in occasione della rassegna merceologica EXPOMEGO , l’ Associazione Culturale 4° Stormo espone alcuni pannelli fotografici della mostra per il 70° Anniversario del 4° Stormo.

(coc1)

Il 20 maggio 2002, per la prima volta l’ Associazione Culturale 4° Stormo Gorizia, è in visita al 4° Stormo.

Piccolo 30 maggio

CAMPIONATI ITALIANI VOLO A VELA
Dal 25 maggio al 2 giugno 2002 in aeroporto, per i Campionati Italiani di Volo a Vela, l’Associazione Culturale 4°Stormo espone nel magazzino M.S.A. alcuni pannelli fotografici della mostra per il 70° Anniversario del 4° Stormo.

coc2

SOCIETA’ AEROPORTO DUCA D’ AOSTA S.p.A
Nel 2003 viene creata la Societa’ di gestione Aeroporto Duca d’Aosta S.p.A. 
L’ENAC, l’Ente gestore dei beni del Demanio Civile, coerente con una disposizione ministeriale del 2000 che prevedeva di concedere gradualmente il controllo degli aeroporti a Societa’ di capitale pubblico, ha lungamente sollecitato la Aeroporto Duca d’Aosta S.p.A. a portare a termine i suoi impegni istituzionali. Nel febbraio 2005 alla Societa’ di gestione, Aeroporto Duca d’Aosta S.p.A. verrà assegnato dalla Regione un contributo per ristrutturare la palazzina ex aerostazione (400.000 Euro). Anche la Protezione Civile si era impegnata a fare altrettanto con i rimanenti edifici (1.200.000 Euro), i lavori però non sono mai iniziati.

AIR EXPO 100
In aprile 2003 l’ Associazione Culturale 4° Stormo, in occasione del centenario del primo volo a motore dei  fratelli Wright (Kitty Hawk U.S.A. 17 dicembre 1903), organizza presso il quartiere fieristico di Gorizia una rassegna espositiva di mezzi e materiali aerei.
Il 31 marzo presso l’ Ente fiera, l’Associazione con una conferenza stampa presenta la rassegna.

Diversi sono gli eventi collaterali alla rassegna che si tiene dall’ 11 al 13 aprile 2003:
Simulazione del volo, torneo organizzato dalla F.I.V.S. di Bologna;
Convegno regionale dell’Associazione Arma Aeronautica Gorizia con l’ intervento del Gen. Manca, Presidente Nazionale dell’A.A.A.;
Conferenza su Amedeo di Savoia duca d’Aosta, relatore Gen. De Lorenzo;
Il 4° Stormo di Grosseto, relatore il comandante del 4° Stormo Col. Rosso;
L’acrobazia aerea, relatore Cap. Lant;
Il Museo Regionale dell’Aviazione, relatori Arch. de Gressi, Arch. Graziati;
Tavola rotonda: Il futuro dell’Aviazione Generale in Italia, relatori Dott. G. Leoni dell’Aero Club Italia, Dott. Corte dell’ A.O.P.A., Dott. Franchi dell’A.N.S.V., Col. De Rinaldis comandante della PAN. Moderatore Dott. Giaculli direttore del mensile Volare 

Nel pomeriggio dell’ 11 aprile, il Col. Rosso inaugura EXPO 100.
Del 4° Stormo sono inoltre presenti il Cap. Pil. Arcangeli, il Cap. Pil. Fabbri, il 1Ma Mancianti, il 1Ma Failla, il M.llo Arienti, il M.llo Brancaccio e il M.llo Giunta.

Inaugurazione Air Expo 100. (Foto R.Cocianni)


Dopo la visita ai padiglioni della fiera, il comandante del 4° Stormo con la rappresentanza, accompagnati dai soci dell’ Associazione si recano al ristorante Tre soldi goriziani non senza passare prima allo storico Caffè alle Ali.

A questo punto va ricordato un aneddoto successo al ristorante.
Mentre la delegazione con i soci stanno entrando al ristorante, si affaccia casualmente il C.S.M. Aeronautica Gen. Ferracuti che sta cenando con alcuni ex allievi della Nunziatella in una sala accanto all’ entrata. Dopo un attimo di sbalordimento, il Capo di Stato Maggiore chiede divertito al comandante Rosso “E tu che ci fai qui?” Una breve spiegazione e la serata continua, ognuno alla sua cena.

EGIDIO GREGO E LA STAZIONE IDROVOLANTI DI GRADO
Nel settembre 2003 l’Associazione Culturale 4°Stormo pubblica il libro, primo della Collana “Ali nella storia”, Egidio Grego e la stazione idrovolanti di Grado. Autore Giorgio Storni.

(eg03)

COME RONDINE IN CIELO
Gorizia 18 e 19 giugno 2004
Il 18 giugno presso la Biblioteca Statale Isontina, l’ Associazione Culturale 4° Stormo presenta il libro, secondo della Collana “Ali nella storia”, Come rondine in cielo memorie di un pilota triestino del 4°Stormo di Gorizia. Alla presentazione partecipa il comandante Col. Rosso e una rappresentanza del reparto. Tra il pubblico il figlio di Gon, Paolo. Terminato l’incontro la cena al ristorante Vecia Gorizia.

(crv1)

Prima della presentazione del libro, gli ospiti visitano il Sacrario Militare di Oslavia dove riposano le spoglie di 57.021 Caduti della Prima Guerra Mondiale.
Sabato 24 con una sobria cerimonia in aeroporto, il comandante del 4° Stormo depone una corona al monumento del Duca d’ Aosta.

4° RADUNO INTERNAZIONALE VOLOVELISTICO ALPI ORIENTALI 
(riunisce tutti i club nel quadro della comunità Alpe-Adria)

Il Raduno si sviluppa nelle giornate di sabato 28 e domenica 29 agosto 2004.
Sabato dopo il breefing meteo e proposta dei temi per la giornata, allineamento in pista e decolli. Alle 18.00 atterraggio a Aidussina nella base operativa dell’ Aero Club «Edvard Rusjan». A seguire il seminario sul “Volo da Aidussina al lago di Garda” effettuato da un pilota del club di Nova Gorica. Alle 20.30 cena nell’ hangar dell’aeroporto di Aidussina. 
Domenica dopo il breefing meteo e la proposta dei temi della giornata di volo, allineamento e decolli. Alle 18 la chiusura del Raduno. 

95 ANNI DAL PRIMO VOLO DEI FRATELLI RUSJAN
A novantacinque anni dal primo volo dei fratelli Rusjan, il 25 novembre 2004 sulla casa di famiglia in via Cappella a Gorizia, viene posta una targa commemorativa. L’ iniziativa voluta dalla nipote Grazia Rusjan, è stata accolta dai sindaci di Gorizia Brancati, di Nuova Gorica Burlc e di Sempeter Valencic presenti all’inaugurazione. Prima dei discorsi ufficiali la targa e’ benedetta dal don Bolcina parroco di Gabria.

(targa R.)

MEMORIAL DAY
6 marzo 2005
II 6 marzo 2005 nella ricorrenza della morte in prigionia di Amedeo di Savoia Duca d’Aosta avvenuta il 3 marzo 1942, all’aeroporto si celebra  il Memorial Day. Alla cerimonia partecipano le Associazioni d’arma, il Sindaco di Gorizia Brancati, il Presidente della provincia Brandolin, il Comandante del 9° Gruppo T.Col. Gavazzo e il Presidente nazionale Associazione Arma Aeronautica Gen. Parisi. 

Primo a sinistra il comandante del IX Gruppo T.Col. Piero Gavazzo (MD05)

AQUILE E POMODORI
In luglio l’ Associazione pubblica, terzo della Collana “Ali nella storia”, il libro Aquile e pomodori storia di piloti del 4°Stormo di Gorizia.
Edito con gli auspici dell’ A. A. A. e l’egidia dell’ UGAI – Unione Giornalisti aerospaziali Italiani, viene presentato il 15 dello stesso mese alla Biblioteca Statale Isontina. Relatori Fulvio Chianese, Carlo D’Agostino e Sandro Scandolara. 

(ap1)

IL T.COL. PIERO GAVAZZO A GORIZIA
Sabato 27 agosto 2005 il T.Col. Piero Gavazzo, dopo aver incontrato il giorno prima le sezioni dell’ Associazione Arma Aeronautica di Trieste e Gorizia, incontra all’ agriturismo da Stekar, in località Giasbana, i soci dell’ Associazione Culturale 4° Stormo.
Lo accompagnano i piloti del IX Gruppo Laudizi, Saglia, Pellegrini, Picco, Federico, Bertoli, Setini e il M.llo Gabriele Brancaccio.

Dopo il pranzo una breve visita all’ aeroporto di Gorizia quindi l’ incontro con il Serg. pilota Raffaele Chianese (classe 1910), l’ ultimo dei primi piloti del 4° Stormo di Gorizia vivente.

IL 4° STORMO TORNA A VOLARE NEL CIELO DI GORIZIA
Il 2 settembre 2005 dopo sessantaquattro anni, il 4°Stormo torna a volare nel cielo di Gorizia. Alle 11.05 appare in lontananza sulla bassa friulana la sagoma dell’ Eurofighter 4-5 (MM 7271) con carrello estratto e fari accesi pilotato dal T.Col. Gavazzo. Dopo aver eseguito tre passaggi sull’aeroporto, il T.Col.Gavazzo saluta sbattendo le ali del velivolo.

(Foto Scafuri-sca1)

INSIEME PER L’AEROPORTO 2005
Dopo numerose promesse di riqualificazione dell’ aeroporto mai realizzate, l’ Associazione Culturale 4° Stormo promuove una campagna di sensibilizzazione per la salvaguardia del campo di aviazione.
Tra ottobre e dicembre 2005 fino gennaio 2006, l’ Associazione allestisce dei gazebo presso il Parco della Rimembranza e ai giardini pubblici di Corso Verdi, presentando un progetto per il recupero operativo e storico dell’aeroporto di Gorizia.

(coc14)

Nel 2006 anche il mensile “Volare” si interesserà dell’ aeroporto di Gorizia con un’ inchiesta che mette a nudo le criticità e nello stesso tempo le potenzialità dell’aeroporto alla luce della imminente realizzazione nella vicina Slovenja di uno dei più grandi casinò d’Europa.

Numero di Gennaio 2006 (vol1)

L’ENAC, l’ ente gestore dei beni del Demanio Civile, coerente con una disposizione ministeriale del 2000 che prevedeva di concedere gradualmente il controllo degli aeroporti a Societa’ di capitale pubblico, sollecita la S.p.A. a portare a termine i suoi impegni istituzionali; in febbraio infatti, la Regione aveva assegnato alla Societa’ di gestione un contributo per ristrutturare la palazzina ex aerostazione (400.000 euro) mentre la Protezione Civile si era impegnata a fare altrettanto con i rimanenti edifici (1.200.000 euro) ma i lavori non hanno mai avuto inizio. 

75° ANNIVERSARIO 4° STORMO
Gorizia 31 agosto – 1 settembre 2006
Il 31 agosto l’ Associazione Culturale 4° Stormo organizza un incontro presso l’ azienda agricola di Castelvecchio a Sagrado (Go), con una delegazione del 4° Stormo composta dal T. Col. Longo in rappresentanza del comandante Col. Pil. Nuzzo, il T. Col. Eusepi e i Lt.i Mancianti, Venturini e Samele. Il Gen. B.A. Alberto Rosso partecipa a titolo personale.
Per l’ occasione viene coniata una spilla raffigurante i cavallini del IX e 10° Gruppo.

(spil2006)

Il 1° settembre in aeroporto, sui ciò che resta dei piazzali del 4° Stormo, si svolge la cerimonia di deposizione della corona di alloro. Dopo i discorsi ufficiali, terminata la cerimonia, tre Eurofighter del 4° Stormo compiono tre sorvoli.

Capo formazione T. Col. Pil. Piero Gavazzo
Gregario destro T. Col.Arnn Pil. Daniele Picco
Gregario sinistro T. Col. Arnn Pil. Aldo Sgarzi

Da sinistra: T.Col. Sgarzi, T.Col. Gavazzo, T.Col. Picco (Foto L.Bittesini-bit6)

La stampa locale riporta enfatizzando il passaggio degli Eurofighter tanto da attirare l’attenzione dello  Stato Maggiore che chiama il Comandante per spiegazioni.

Tre giorni dopo il sorvolo degli Eurofighter, ero in visita al 4°Stormo di Grosseto e per prima cosa mi recai a salutare il comandante ringraziandolo. Il Col. Nuzzo con tono serio mi fece notare  di essere appena stato  chiamato da Roma per quei passaggi  a  Gorizia. Sono caduto dalle nuovle: nessuna acrobazia e tutte le manovre in piena sicurezza entro il perimetro del campo senza sconfinare nella vicina Slovenja.
Renato Cocianni


CLUB FRECCE TRICOLORI 115
Il 19 settembre 2006 viene costituito a Gorizia il Club Frecce Tricolori n.115, primo presidente e’ la Sig.ra Martina Bevilacqua.

(lcf 115 Go)

DARK BLUE SKY
1 ottobre 2006
Il 1° ottobre l’Associazione Culturale 4°Stormo in collaborazione con Aero Club Giuliano e Associazione Culturale Aero Club europeo fratelli Rusjan organizza Dark Blue Sky Show, manifestazione aerea con la partecipazione di Slovenska Vojska, Yack Italia, il time Blue Voltige, il velivolo acrobatico Pitts, Acrobatic Planes Extra330LX, EDA V, ATR 42 e BAe146.

ASSOCIAZIONE VOLO ISONZO
Il 4 dicembre 2006 si costituisce l’ Associazione Volo Isonzo. Primo presidente il Comandante Luciano Bittesini. La flotta e’ composta da un Pioneer 200 Alpi Aviation al quale presto se ne aggiungerà un altro. 

(avi3)

GORIZIA GENERAL AVIATION AIRPORT
Venerdi 3 novembre 2006 l’ Associazione Culturale 4° Stormo presenta presso il liceo classico di Gorizia,  “GGAA, Gorizia General Aviation Airport” progetto dell’ architetto Marcello Palozzo per la riqualificazione dell’ aeroporto di Gorizia. La presentazione è introdotta dal giornalista aeronautico Luca Perrino, subito dopo l’ architetto Palozzo con la consulenza tecnica del presidente Chianese e know how di Stefano Tauselli illustra il progetto. Segue il dibattito con l’intervento del Presidente della Provincia Gherghetta, l’ Assessore comunale all’ urbanistica Crocetti, i consiglieri della regione FVG  Paselli, Brussa e Romoli, i consiglieri comunali Miccoli, De Sordi, De Grassi e Zonc.

UN AMERICANO A GORIZIA PARTE 1
Sempre nel novembre 2006 l’ Associazione pubblica, quarto della Collana “Ali nella storia”, il libro Un americano a Gorizia parte 1^

(coverP1)

Nel 2007 nell’ex magazzino MSA, nasce la ditta di costruzioni aeronautiche Glider age con sede operativa sull’ aeroporto di Gorizia.

I SEGRETI DELLE FRECCE TRICOLORI
Il 7 febbraio 200’7 nella sala del Consiglio comunale, il Magg. pil. Tammaro comandante della PAN presenta “I segreti delle Frecce Tricolori”, incontro organizzato dal Club Frecce Tricolori n.115 con la presenza del sindaco Brancati, il prefetto DeLorenzo e l’ assessore Cressati.

Magg. Pil. Massimo Tamaro, presidente Club Frecce Tricolori 115 Bevilacqua (Foto R.Cocianni-coc1)

Nella primavera del 2007 l’ENAC mette a disposizione una somma che dai 450.000 iniziali viene portata portata a 600.000 Euro, per la sistemazione della recintazione dell’area aeroportuale, gli ingressi, la separazione dell’area operativa di volo e per il rifacimento della copertura dell’hangar. I tecnici dell’ENAC di Venezia sono venuti per due volte ad effettuare un sopralluogo e i lavori sarebbero dovuti partire nel settembre dello stesso anno; anche in questo caso tutto e’ “saltato”
Sempre nel 2007 il contenzioso tra il Demanio Centrale, che chiede all’Aero Club Giuliano cifre astronomiche per gli affitti arretrati di un hangar obsoleto (applicando tariffe previste per l’aeroporto di Malpensa), si e’ risolto a favore dell’Aeroclub ma la faccenda non si e’ ancora conclusa; il Demanio Regionale non informato o in disaccordo con il Demanio Nazionale pretende gli arretrati per diverse centinaia di migliaia di Euro.

NUOVO MEZZO ANTINCENDIO
Per ottemperare alle normative che regolano la sicurezza degli aeroporti in materia di antincendio, nel luglio 2007 l’ Associazione Volo Isonzo ottiene dall’aeroporto di Ronchi dei Legionari due mezzi Perlini 605D dismessi dallo scalo regionale. L’utilizzo dei mezzi però risulta troppo oneroso e rimangono inutilizzati davanti all’ex officina 3°tipo. Nel 2008 i due Perlini verranno demoliti da una ditta specializzata e i pezzi portati via.

Perlini 605D (Foto R.Cocianni-per605)

INNSBRUCKERLMG SEGELFLIEGER
La InnsbruckerImg Segelflieger Vereinigung, nell’ agosto 2007 torna a volare a Gorizia.

(Arch.InnsbruckerImg Segelflieger Vereinigung-isv)

76°ANNIVERSARIO 4°STORMO
Gorizia 6 e 7 settembre 2007
Per il 76° Anniversario di costituzione del 4° Stormo, ricorrenza celebrata eccezionalmente dall’ Associazione Culturale 4° Stormo, viene organizzato l’ incontro del comandante del IX Gruppo T.Col. Pil. Daniele Picco con il sindaco di Gorizia Romoli e lo scoprimento di una targa commemorativa alla palazzina ufficiali dell’ Aeronautica Militare oggi sede della Sezione Operativa Pronto Impiego della Guardia di Finanza.
Per il 4° Stormo partecipa oltre al T.Col. Pil. Daniele Picco, il comandante del 20° Gruppo Magg. Pil. Marco Amort, il T.Col. Germano Longo comandante del GEA e il Lt. Mauro Mancianti

Il T.Col. Pil. Daniele Picco e il sindaco di Gorizia Ettore Romoli (Foto R.Cocianni-coc49)

Dopo l’ incontro con il sindaco il T.Col. Picco nella sala del consiglio comunale presenta alla cittadinanza il 4°Stormo. A seguire la cena al ristorante Tre soldi goriziani.

AEROPORTO APERTO 2007
Sabato 8 settembre l’ Associazione Culturale 4°Stormo con la collaborazione di Associazione Volo Isonzo, Associazione Volo Rusjan, Club Frecce Tricolori n.115 Gorizia, Club Frecce Tricolori n.15 Codroipo, Club Frecce Tricolori n.77 Monfalcone, organizza Aeroporto Aperto, manifestazione rivolta alle persone diversamente abili con la possibilità di fare il battesimo dell’ aria. La manifestazione rientra nelle iniziative per il 76° Anniversario del 4°Stormo

(Foto P.Fina-fin22)

UN AMERICANO A GORIZIA PARTE 2^
Il 17 dicembre 2007 nella sala del Consiglio Provinciale l’ Associazione presenta il libro, quinto della Collana “Ali nella storia”, Un americano a Gorizia parte 2^. Intervengono il Presidente Chianese, il Gen. S.A. Seraglia e i giornalisti Scandolara e D’Agostino.

(coverP2)

SORVOLO OSSARIO DI OSLAVIA
Domenica 17 febbraio 2008 tre Piper PA18, due Alpi Aviation P200 e tre ultraleggeri provenienti dal Triveneto, in collaborazione con l’ Associazione Volo Isonzo, sorvolano a bassa quota l’ Ossario di Oslavia dove nel terzo anello riposa la salma della M.A.V.M. Cap. Pil. Tullio Visconti (Regio Esercito) ferito a morte dagli austroungarici il 18 febbraio 1916. Colpito ad un motore al rientro da una missione di guerra, il Cap. Visconti assieme al Cap. Pil. Gaetano Turilli scendono lungo la valle del Vipacco con un Caproni Ca300  nel tentativo di rientrare entro le proprie linee oltre l’ Isonzo. Inseguiti e attaccati dai caccia austriaci il Cap. Visconti viene colpito mortalmente. Un’ altra raffica mette fuori uso gli altri due motori costringendo l’ aeroplano ad atterrare ai piedi del Monte Grado (Merna) in territorio nemico. 
Il pilota sopravvissuto viene catturato e avviato alla prigionia nel campo austroungarico di Mathausen. Il Cap. Visconti viene prima sepolto a Rence poi verrà tumulato nel Sacrario di Oslavia.
A risalire al fatto d’ arme il ritrovamento casuale nel 2006 in un aiuola dell’ Aeroporto di Aviano di una lapide con incisa la scritta “Giardino capitano Tullio Visconti – 1916”

RED BULL
Dal 14 al 19  aprile 2008 la squadra di paracadutismo dei HSV- Red Bull proveniente dalla Carinzia, si trasferisce per una settimana di allenamenti sull’aeroporto di Gorizia. La scelta dell’ aeroporto goriziano è dovuta alla eccezionalità del terreno e delle condizioni climatiche.
Una quarantina di persone si alternano, singolarmente  e in gruppo nei lanci dal velivolo Pilatus Porter da quote comprese tra i 1200 mt. ed i 3000 mt. di altezza con ricongiungimenti in caduta libera ed  atterraggi di precisione su un materasso gonfiabile che funge da bersaglio.

(Foto R.Cocianni-RedBull1)

RAI AEREO ITALY – UNGARY 2008
Mercoledì 14 maggio 70 velivoli ultraleggeri partecipanti al Raid Italy – Hungary, fanno scalo tecnico nel primo pomeriggio sull’aeroporto di Gorizia per ripartire il giorno dopo alla volta dell’aeroporto ungherese di Jakabszallas (Budapest). 
Gli organizzatori hanno scelto l’aeroporto Duca d’ Aosta per la posizione strategica in quanto situato all’ imbocco della Valle del Vipacco, unico varco superabile verso l’ est europeo per velivoli che operano a quote non elevate. A Gorizia gli equipaggi vengono assistiti da volontari delle Associazioni 4° Stormo, Isonzo, Paracadutisti e Club Frecce Tricolori n.115. L’organizzatore, l’ ungherese Frank Gyorgy con i presidenti delle Associazioni e dell’ ENAC Domenico Rana, viene ricevuto dal sindaco Ettore Romoli. 
L’evento assume un aspetto particolarmente suggestivo poiche’ la rotta ripropone la stessa di settantadue anni prima quando i velivoli della pattuglia acrobatica del 4° Stormo stanziati sull’ aeroporto di Gorizia, si recarono su invito del capo del governo magiaro a Budapest . 
Domenica 18 maggio, al rientro dei velivoli dall’ Ungheria e’ prevista nuovamente la tappa sull’ aeroporto di Gorizia ma le proibitive condizioni meteo sulla Slovenia e l’ Italia nord orientale bloccano i velivoli sull’ aeroporto magiaro rinviando il rientro.  Anche il giorno dopo le condizioni meteorologiche non sono ottimali tuttavia alcuni equipaggi riescono a decollare e arrivare a Gorizia da dove proseguiranno con altri mezzi.

(Foto R.Cocianni-coc13)


e’STORIA
Il 16 maggio per il festival internazionale della storia “èStoria” l’Associazione Culturale 4° Stormo organizza una conferenza con tema: “Eroi in volo”. Relatori: Gregory Alegi, Paolo Balbo, e Joachim Castan. Coordina Igor Devetak


DOCUMENTARIO I FRATELLI VOLANTI
Il 30 giugno e il 1° luglio 2008 sull’ aeroporto di Gorizia, si girano le scene del documentario televisivo I fratelli volanti Rusjan. Con la collaborazione logistica dell’Associazione 4° Stormo, il documentario e’ coprodotto da Casablanca Film Production, TV Slovenia, Televisione Nazionale Slovena e Transmedia Gorizia.

(Arch. Rusjan-rus1)

IL GRUMMA VIENE SPSOTATO SUI PIAZZALI DELLA RICOGNIZIONE
Il 21 luglio 2008 il Grumman, parcheggiato da oltre 25 anni sul piazzale dove sorgeva uno degli hangar Lancini e dal quale nel primo dopoguerra si imbarcavano i passeggeri dei DC3 della S.I.S.A. e della L.A.I. viene spostato nel piazzale della ex Ricognizione Aerea.

AEROPORTO SGOMBERO EDIFICI
22 luglio 2008
A seguito infatti dell’ inattività della società di gestione dell’aeroporto DUCA d’ AOSTA S.p.A.”, l’ENAC ed il Demanio Regionale decidono di far sgomberare tutti gli edifici dell’aeroporto utilizzati dall’Aero Club Giuliano, Volo Isonzo, Club Frecce Tricolori, Associazione Arma Aeronautica, Paracadutisti d’Italia e Sky dive.

IL COL. NUZZO IN VISITA A GORIZIA
Giovedì 12 agosto 2008 il Col. Pil. Nuzzo  comandante del 4° Stormo accompagnato dal Lt. Mancianti, incontra a Gorizia i soci dell’ Associazione Culturale 4° Stormo. Nella sua breve visita  incontra anche il comandante Bittesini, già pilota del IX Gruppo e il Serg. Pil. Raffaele Chianese, ultimo dei primi piloti del 4° Stormo di Gorizia.
Arrivati in mattinata all’aeroporto di Ronchi dei Legionari con un velivolo P180 del 14°Stormo, gli ospiti raggiungono Gorizia e dopo il sopralluogo alla caserma della GdF Sante Laria per vedere la targa depositata dall’Associazione in occasione del 76° Anniversario del 4°Stormo, sostano davanti il monumento del Duca e al Lapidario dei Caduti.
Dopo il pranzo alla Trattoria al Falegname alle 14.15 ripartono alla volta dell’ aeroporto di Ronchi dei Legionari e con il P180 rientrano a Grosseto.

Da sinistra: Col. Nuzzo, Lt. Mancianti (Foto R.Cocianni-nuz1)

INNSBRUCKER SEGELFLIEGER VEREINIGUNG
Dal 22 agosto per circa dieci giorni, una decina di alianti e due velivoli della Innsbrucker Segelflieger Vereinigung si rischierano sull’ aeroporto di Gorizia.

STUDIO SCIENTIFICO
Ai primi di settembre del  2008 l’ aeroporto di Gorizia è sede di una importante studio scientifico condotto dai volontari dell’ Associazione Waldrappteam. Una dozzina di Ibis Eremita, specie di uccelli a rischio estinzione fa tappa sull’aeroporto goriziano. Dopo una breve sosta gli uccelli seguiti a vista da alcuni ultraleggeri, riprendono il volo per raggiungere la laguna di Orbetello dove sverneranno e una volta indipendenti, rientreranno in Bavaria da dove sono partiti.

MOSTRA FOTOGRAFICA “AMEDEO D’AOSTA – IL DUCA ARTIGLIERE E AVIATORE”
In occasione del 75° Anniversario di insediamento a comandante del 4°Stormo del Duca Amedeo di Savoia, giovedì 11 settembre 2008 alla Biblioteca Statale Isontina viene inaugurata la mostra fotografica “Amedeo d’ Aosta – il Duca artigliere e aviatore” organizzata dall’ Associazione Culturale 4°Stormo.  Ad inaugurare la rassegna fotografica il Prefetto di Gorizia S.E. la dott.ssa Marrosu e il comandante del 4° Stormo Col. Pil. Achille Cazzaniga. 
Sono presenti anche il T.Col. Longo, il Magg. Pil. Martolano e il Lt. Mancianti del 4° Stormo, il Gen. B.A. Rosso, il Gen. B.A. Bertolaso, il Gen. D.A. Seraglia, dott.ssa Donati per il Comune di Gorizia, il dott. Gherghetta per la Provincia e Franco Trentini del 4° Stormo di Capodichino.
Dopo Gorizia, dall’ 1 all’ 11 novembre la mostra verrà allestita alla stazione ferroviaria di Redipuglia quindi tutto il materiale fotografico verrà donato all’ archivio storico del 4°Stormo di Grosseto.

Terminata l’inaugurazione gli ospiti si recano in visita allo storico caffè degli aviatori, il Caffè alle Ali e quindi al ristorante Hotel Internazionale per la cena. Dopo il brindisi con il tradizionale “Al Lupo” Al Lupo” scandito dal capo calotta Magg. Pil. Martolano, il Presidente Chianese dona al Col. Cazzaniga, al Lt. Mancianti, al Gen. Bertolaso e al Prefetto di Gorizia dott.ssa Marrosu una riproduzione della serografia dell’aeroporto di Gorizia opera del Sig. Sanfilippo.

Il 12 settembre in aeroporto, con il supporto dalla Brigata Meccanizzata Pozzuolo del Friuli, la deposizione di una corona d’alloro al monumento del Duca d’Aosta preceduta dall’alza bandiera. Prima della cerimonia il Sig. Pagliarini compie alcuni passaggi con il T6 pilotato dal Col. Cazzaniga.

HOME MOVIE DAY
ll 18 settembre 2008  al D.A.M.S., sede distaccata dell’ Università di Udine a Gorizia per  Home Movie Day VI edizione, l’Associazione Culturale 4° Stormo propone il cortometraggio in b/n del pilota del 4°Stormo Luigi Monti.

4 NOVEMBRE 2008
L’ Associazione Culturale 4° Stormo in collaborazione con il Gruppo Ricerca Storica Isonzo allestisce una vetrina della libreria Antonini in Corso Italia.

(Foto R.Cocianni-4nov)

Il 18 2009 febbraio l’ ENAC emette un’ informativa con la quale chiude l’ aeroporto Duca d’ Aosta per mancanza del servizio antincendio aeroportuale. Il 13 marzo, dopo l’interessamento della Provincia di Gorizia, l’ aeroporto verra’ riaperto.

(enac2009)

GO FLY 2009
E’ il nuovo progetto per il rilancio dell’ aeroporto di Gorizia presentato nell’ aprile 2009 dalla Provincia di Gorizia con le principali realta’ operative: Associazione Volo Isonzo e l’ Aero Club Alpe Adria. La riqualificazione prevede la recinzione, un sistema di “security”, la ristrutturazione del vecchio hangar e la costruzione di uno nuovo per gli Ulm, la sistemazione e il restauro delle palazzine attualmente utilizzate dalla Sezione Arma Aeronautica e dall’ Associazione Paracadutisti, il potenziamento delle attrezzature antincendio e del distributore di benzina.
Dopo l’ incontro tra Comune e Provincia, il 23 aprile si riunisce l’ assemblea dei soci della società incaricata di gestire l’ aeroporto Duca d’Aosta di Gorizia per la nomina del nuovo consiglio d’ amministrazione. Del CdA fanno parte: Dario Danese, dirigente dell’ ente Regione FVG, l’ assessore comunale Francesco Del Sordi, l’ architetto Cassiano Dall’ Antona, il comandante Alberto Moretti già ufficiale della AM, Stefano Tauselli e Emilio Ferrari. L’ Aeroclub Giuliano e l’ Aero Club Alpe Adria sono rappresentati da Dall’ Antona. Successivamente viene nominato il presidente nella persona del Dr. Dario Danese.

Il 23 aprile una troupe di Rai 2  intervista il Presidente del Club Frecce Tricolori n.115, Sig.ra Martina Bevilacqua. Assiste l’ intervista il Cap. Andrea Saia Capo Pubbliche Relazioni e speaker della PAN.
Le riprese continuano in volo a bordo di due Pioneer dell’ Aeroclub Isonzo pilotati dal Col. Dorino Brumat e dal Com.te. Luciano Bittesini che eseguono alcune evoluzioni acrobatiche. Il servizio andrà in onda il 1° maggio su Rai 2 per la diretta televisiva dalla Base Aerea di Rivolto.

EQUIPAGGI AUSTRIACI E RED BULL
Il 26 aprile 2009 sono in visita all’ aeroporto provenienti da Graz, alcuni equipaggi austriaci : il campo di volo per la sua posizione geografica ha un ruolo strategico per raggiungere gli aeroporti dell’ Europa orientale. 

österreichische Flugzeuge (Foto C.D’Agostino-dago1)


Nello stesso mese di aprile 2009, la squadra di paracadutismo dei HSV- Red Bull con un velivolo Pilatus Porter si rischiera per alcuni giorni sull’ aeroporto di Gorizia.

Il 5 settembre 2009 viene inaugurato nell’aeroporto di Gorizia il monumento che ricorda il centenario dei fratelli Rusjan. Il monumento fortemente voluto dall’ Associazione Skultura 2001 della quale fanno parte otto associazioni culturali del Quartiere Sant’ Andrea, è realizzato dagli studenti dell’ Istituto Scuola Mosaicisti del Friuli di Spilmbergo su bozzetto dei professori Jurj Smole docente dell’ Accademia Belle Arti di Lubiana e Stefano Juf della stessa Scuola Mosaico. 
Alla cerimonia intervengono i Sindaci di Gorizia Ettore Romoli e di Nova Gorica Mirko Brulk,  il Presidente della provincia Enrico Gherghetta e il Presidente dell’Associazione Culturale 4° Stormo Fulvio Chianese.

MOSTRA FOTOGRAFICA GIRA, GIRAL’ ELICA ROMBA IL MOTOR
Il 1° ottobre 2009 nelle scuderie del palazzo Coronini, il Comandante del 4° Stormo Col. Cazzaniga, accompagnato dal 1° M.llo Fiorillo, dal 1° M.llo Brancaccio e dal Lt. Carlettini inaugura la mostra  “Gira, gira l’elica, romba il motor… ” Aviazione e aviatori a Gorizia 1909 – 1962. Oltre ad una ricca esposizione fotografica, la mostra propone un’interessante collezione di uniformi. 
Il giorno dopo in aeroporto, cerimonia di deposizione corona al monumento del Duca d’Aosta

UNA PUNTATA NELL’ AZZURRO
Nella stessa occasione l’ Associazione presenta il libro, sesto della Collana “Ali nella storia”, Una puntata nell’ azzurro, memorie di un pilota del 4° Stormo.

(covercsot)

L’ AEROPORTO NUOVAMENTE APERTO AL TRAFFICO
Il 7 agosto 2010 dopo più di un anno, l’ aeroporto torna ad aprire all’ aviazione generale. 

F.A.I. I LUOGHI DEL CUORE
Lunedì 27 settembre 2010 per “Puntiamo i riflettori” e “I luoghi del cuore” organizzato dal FAI Fondo ambiente italiano, in collaborazione con l’Associazione Culturale 4° Stormo promuove visite guidate al campo di aviazione con lo scopo di sensibilizzare e far conoscere a studenti e cittadini l’aeroporto Duca d’Aosta. Sono previste due fasce di accesso: dalle 10 alle 12.30 per studenti delle scuole medie inferiori e dalle 15.30 alle 18 per la cittadinanza.

SEDE DELLA PROVINCIA DI GORIZIA INAUGURAZIONE MONUMENTO FRATELLI RUSJAN
Il 25 novembre 2009 in occasione del centenario del primo volo nella “campagna piccola” dei fratelli Rusjan, viene inaugurato nella sede della Provincia il monumento ai due pionieri del volo.

(Arch. Rusjan-prov)

SALA 4°STORMO
Durante una visita del comandante del 4° Stormo Col. Pil. Alberto Rosso al Caffè alle Ali , il proprietario Sig. Massimo Donadio gli aveva regalato un timbro con l’effigia del cavallino rampante.
Qualche anno più tardi, per la stima verso il Col. Rosso e la tradizione aviatoria del locale, il Sig. Donadio con il contributo dell’ Associazione Culturale 4° Stormo dedicherà un locale del caffè al 4° Stormo Caccia. L’ inaugurazione il 23 dicembre 2009

RAFFAELE CHIANESE COMPIE 100 ANNI
Il 14 marzo 2010 Raffaele Chianese, ultimo dei sessantaquattro piloti viventi del 4°Stormo di Gorizia compie 100 anni.
Numerosi i messaggi di auguri: del Capo di Stato Maggiore della Difesa Gen. Camporini e dell’Aeronautica Militare Gen. Bernardis, dalla Segreteria di Stato Vaticana unmitamente all’apostolica benedizione. Tra i messaggi augurali, oltre a quello del sindaco di Gorizia Romoli, quello del sindaco di Calvizzano paese d’origne di Chianese. 

(CSM Bernardis)

PRIMO E ULTIMO
Sempre il 14 marzo 2010 al Caffè alle Ali, l’ Associazione presenta il libro, settimo della Collana “Ali nella storia”, Primo e Ultimo diario del pilota Raffaele Chianese. Partecipano alla presentazione il sindaco di Gorizia Ettore Romoli e il Cap. Mirco Caffaelli primo gregario sinistro della PAN.

(cover-pu)

Tre mesi dopo, il 6 luglio 2010 Raffaele Chianese morirà all’ospedale di Cividale. Le esequie si terranno a Gorizia sabato 10 nella chiesa del Sacro Cuore con la partecipazione di rappresentanti del 4° Stormo Ten. Pil. Carotenuto e M.llo Brancaccio e di una rappresentanza del 2° Stormo di Rivolto.

Il Piccolo (Pic_100711)

REINAUGURAZIONE CIPPO 16°RADUNO 4°STORMO
Il 16 aprile 2011 dopo i lavori di restauro a cura dell’Associazione Culturale 4°Stormo, viene reinaugurato il cippo commemorativo del 16° Raduno del 4° Stormo. Alla breve cerimonia presenziano il Presidente della locale Associazione Arma Aeronautica Sig.Marega, il Presidente dell’Associazione Chianese e il capo delegazione FAI Dott.ssa Franca Bardusco.

L’O.N.F.A. A GORIZIA E PRESENTAZIONE DEL LIBRO DEL CAP. LUIGI MONTI
16 settembre 2010
Una ventina di ragazzi dell’Istituto Maddalena di Cadimare (Sp), accompagnati dal Comandante Col. Luigi Bonfica, dal Cap. Luppi e dai loro istruttori, giungono in città nel primo pomeriggio per prendere parete all’inaugurazione della mostra fotografica sull’ O.N.F.A. a Gorizia organizzata dall’ Associazione Culturale 4°Stormo alla Biblioteca Statale Isontina. Al loro arrivo i ragazzi e gli istruttori vengono alloggiati nella caserma Montesanto di via Trieste mentre gli ufficiali nella foresteria della caserma del Fante di via Duca d’Aosta.

Alle 16.30 il Comandante e i ragazzi dell’ ONFA con gli istruttori, che nel frattempo hanno raggiunto la Piazza Cesare Battisti sede del Comando della Brigata di Cavalleria Pozzuolo del Friuli, si recano a piedi fino alla vicina Biblioteca Statale Isontina che dista qualche centinaio di metri.
Durante il breve tragitto verso la biblioteca, diversi giovani goriziani hanno rivolto un cortese saluto all’ indirizzo degli allievi e dei loro superiori tanto da destare lo stupore del Col. Bonfica.

(Foto R.Cocianni-Mostra ONFA Gorizia 2010)

SONO UN AVIATORE NON UN CRIMINALE
Terminata l’ inaugurazione della mostra, gli ospiti si spostano nella vicina sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia per la presentazione del libro edito dall’ Associazione Culturale 4° Stormo, ottavo della Collana “Ali nella storia”, “Sono un aviatore non un criminale” ricordi del Cap. pilota Luigi Monti.
Il 26 settembre il libro verrà presentato nella sala 4° Stormo del Caffè alle Ali dal giornalista Sandro Scandolara

(cover-monti)

Per il 4° Stormo hanno partecipato il Presidente dei Sottufficiali Lt. Roberto Carlettini e il Lt. Mauro Mancianti

Per il giorno 17 settembre era stata richiesta l’autorizzazione allo SMA per una visita alla prima sede del Maddalena a Gorizia ma, trovandosi ora in Slovenja, l’ autorizzazione è stata negata. In alternativa i ragazzi hanno potuto visitare il sacrario militare di Oslavia.

GIORNATE DEL F.A.I.
Lunedì 27 settembre la delegazione di Gorizia del FAI e l’ Associazione Culturale 4° Stormo, nell’ambito delle iniziative a livello nazionale  “Puntiamo i riflettori” e “I luoghi del cuore”, organizzano  AEROPORTO APERTO con visite guidate a cura dei soci dell’Associazione dalle 10 alle 12.30 per gli alunni delle scuole medie inferiori e dalle 15.30 alle 18.00 per la cittadinanza.
Sabato 16 ottobre alle ore 10,30 presso la sala Consiliare della Provincia la delegazione FAI di Gorizia organizza una tavola rotonda dal titolo Un futuro per l’Aeroporto di Gorizia? L’iniziativa fa parte del progetto del FAI nazionale Puntiamoi Riflettori che prevede che ogni Delegazione FAI scelga un bene locale rappresentativo dell’ identità collettiva, abbandonato o vittima di degrado ma meritevole di recuperare la dignità originaria. Al dibattito interviene la presidente Regionale FAI Dott.ssa Tiziana Sandrinelli con il giornalista aeronautico Luca Perrino che funge da moderatore. Sono presenti il Presidente della Provincia Gherghetta, il SindacoEttore Romoli, Rana capo ufficio dell’ Enac di Ronchi dei Legionari e Gorizia, l’ architetto Dall’ Antonia Presidente dell’ Aeroclub Alpe Adria ed Aeroclub Europa.

4 NOVEMBRE 2010
Per la festa delle Forze Armate e dell’ Unita’ Nazionale, il Gruppo di Ricerca Storica Isonzo in collaborazione con l’ Associazione Culturale 4° Stormo, allestisce una vetrina a tema della libreria Antonini.

REINAUGURAZIONE CIPPO 16° RADUNO
Il 16 aprile 2011, dopo il restauro a cura dell’Associazione Culturale 4° Stormo viene reinaugurato il cippo commemorativo del 16° Raduno del 4° Stormo. Alla breve cerimonia presenziano il Presidente dell’ Associazione Arma Aeronautica di Gorizia Sig.Marega, il Presidente dell’ Associazione Culturale 4° Stormo Chianese e il capo delegazione FAI dott.ssa Franca Bardusco.

RADUNO EX ALLIEVI DEL MADDALENA DI GORIZIA
Gorizia 20 e 21 maggio 2011
Una quarantina di ex allievi del Maddalena di Gorizia, alcuni accompagnati dai familiari, si ritrovano a Gorizia per ritornare sui luoghi della loro infanzia. Il giorno 20, nella sede dell’ ONFA di Villa Coronini vengono ricevuti dal Sindaco di Sanpeter Valencic e dopo una sosta allo storico Caffè alle Ali, in aeroporto per la deposizione di una corona al Lapidario e al monumento del Duca d’ Aosta. Nel pomeriggio la visita al Sacrario Militare di Redipuglia e alla Basilica di Aquileia dove venne traslata la salma del Milite Ignoto. Il giorno dopo i radunasti si recano al Sacrario di Oslavia e al Parco Monumentale del Monte S. Michele ed infine a Miramare (Ts) per la visita al Castello dimora di Amedeo di Savoia

MILITE IGNOTO


Dopo la 1ª Guerra Mondiale, le Nazioni che vi avevano partecipato vollero onorare i sacrifici e gli eroismi delle collettività nella salma di un anonimo combattente caduto con le armi in pugno. L’idea di onorare una salma sconosciuta risale in Italia al 1920 e fu propugnata dal Generale Giulio Douhet.
Approvata la legge, il Ministero della guerra diede incarico ad una commissione che esplorò attentamente tutti i luoghi nei quali si era combattuto, dal Carso agli Altipiani, dalle foci del Piave al Montello; e l’opera fu condotta in modo che fra i resti raccolti ve ne potessero anche essere di reparti di sbarco della Marina.
Fu scelta una salma per ognuna delle seguenti zone: Rovereto, Dolomiti, Altipiani, Grappa, Montello, Basso Piave, Cadore, Gorizia, Basso Isonzo, San Michele, tratto da Castagnevizza al mare.
Le undici salme, una sola delle quali sarebbe stata tumulata a Roma al Vittoriano, ebbero ricovero, in un primo tempo, a Gorizia, da dove furono poi trasportate nella Basilica di Aquileia il 28 ottobre 1921. Qui si procedette alla scelta della salma destinata a rappresentare il sacrificio di seicentomila italiani.

La scelta fu fatta da una popolana, Maria Bergamas di Gradisca d’Isonzo, il cui figlio Antonio si era arruolato nelle file italiane sotto falso nome essendo suddito austro-ungarico, caduto in combattimento nel 1916. La salma dell’Ufficiale fu recuperata al termine del combattimento e tumulata. Il S.Ten. Antonio Bergamas fu ufficialmente dichiarato disperso quando un violento tiro di artiglieria sconvolse l’area ove era stato sepolto e, conseguentemente, non potendosi più riconoscere la sepoltura, l’ Ufficiale fu giuridicamente dichiarato disperso. 
Le altre dieci salme rimaste ad Aquileia furono tumulate nel cimitero di guerra che circonda il tempio romano. (Fonte Esercito Italiano)

LA LEGGENDA DEL SOLDATO SCONOSCIUTO DELL’ALTARE DELLA PATRIA
“Al termine della funzione il vescovo, seguito da due cappellani, passando davanti a ciascuna bara le benedisse con l’acqua del Timavo mentre un plotone di soldati presentava le armi ed il popolo in ginocchio incrociava le braccia sul petto. Quattro decorati di medaglia d’Oro si staccarono dal gruppo delle autorità per dirigersi verso le madri e le vedove di guerra. Erano il generale Paolini, il colonnello Marinetti, l’on. Paolucci ed il tenente Baruzzi, che avevano il compito di accompagnare Maria BERGAMAS nel compiere l’atto più significativo di tutta la cerimonia. Il generale Paolini e l’on. Paolucci porsero il braccio alla donna che lentamente, con movimenti irreali, quasi fosse in trance, si diresse verso i feretri. Il silenzio era rotto soltanto dai singhiozzi sommessi degli astanti; Maria BERGAMAS si inginocchiò dinanzi all’altare, immobile, come scolpita in un blocco di pietra. A questo punto lasciamo parlare il tenente Tognasso, testimone prezioso di quei momenti: “lasciata sola, parve per un momento smarrita; teneva una mano stretta al cuore, mentre con l’altra stringeva nervosamente le guance. Poi sollevando in atto di invocazione gli occhi verso le navate imponenti, parve da Dio attendere ch’Ei designasse una bara come se dovesse contenere la spoglia del suo figlio. Quindi volto lo sguardo alle altre mamme, cogli occhi sbarrati, fissi verso i feretri in uno sguardo intenso, tremante d’intima ambascia, incominciò il suo cammino. Così, trascinandosi a fatica, raccolti l’anima e il cuore nelle pupille che scrutavano le bare, trattenendo il respiro, giunse di fronte alla penultima, davanti alla quale, oscillando sul corpo che più non la reggeva e lanciando un grido acuto che si ripercosse nel tempio, chiamando per nome il suo figliolo si piegò, cadde prostrata e ansimante in ginocchio abbracciando con passione quel feretro” (Fonte Associazione Nazionale del Fante – Sedi di Cervignano del Friuli(UD) – Gradisca d’Isonzo (GO) e Mariano del Friuli (GO))

PIPISTREL PRESENTAZIONE DEL VELIVOLO PANTHERA
Nel maggio 2011 la ditta slovena Pipistrel che produce ultraleggeri annuncia la produzione di un innovativo velivolo: il Panthera. Verrà prodotto a Gorizia in un nuovo stabilimento da costruire sul lato sud dell’ aeroporto in corrispondenza dei piazzali del 4° Stormo.
Il 29 maggio l’ imprenditore Boscarol presenta nel municipio di Gorizia, il progetto dello stabilimento e il nuovo velivolo. Alla presentazione partecipano il sindaco di Gorizia Romoli e di Savogna d’Isonzo Florenin, l’ On. Fedriga, l’ On. Saro, il Segretario di Stato Sloveno Jakomin ed il dirigente dell’ Enac Bonato.

Il Panthera e’ un fast cruiser quadriposto ad alte prestazioni ecologico e silenzioso. Con una VNE superiore ai 400 Km/h ha una velocita’ di crociera al 75% di potenza di 370 Km/h e un’autonomia di 1.600 Km. Carrelli retrattili, elica tripala a giri costanti, paracadute balistico di serie. E’ previsto in tre versioni: benzina, ibrido ed elettrico


Le infrastrutture saranno costituite da una superficie coperta di 10285 mq. del costo di 5 milioni di euro, ed una scoperta di 11.000 mq. per la movimentazione ed il parcheggio dei veicoli.
Nelle intenzioni la posa della prima pietra e’ prevista per ottobre 2011 e i lavori dureranno un anno. La produzione dei velivoli a regime sara’ di 200 – 250 unita’ all’ anno con l’ impiego di circa duecento persone. Sarà realizzato tutto secondo canoni costruttivi/architettonici e tecnologici volti al risparmio energetico con l’utilizzo di pannelli fotovoltaici e un co-generatore di gas»
Il 17 marzo 2012 verrà posizionata la prima pietra alla presenza del governatore della Regione FVG Renzo Tondo, del Presidente della Provincia Enrico Gherghetta, del Prefetto Maria Augusta Marrosu, del Sindaco di Savogna d’Isonzo Florenin, del funzionario dell’Enac dott. Domenico Rana e del sindaco di Gorizia Romoli il quale annuncia che presto anche un’ azienda di elicotteri è interessata a venire a Gorizia contribuendo cosi’ a formare il polo industriale aeronautico. 

I lavori ritarderanno di qualche anno per complicazioni burocratiche e per bonificare il terreno dagli ordigni bellici. Il nuovo velivolo risulterà troppo oneroso e la produzione si limiterà a qualche esemplare costruito però nello stabilimento di Aidussina in Slovenia.
L’ azienda di elicotteri infine, non verrà mai costruita.

Lo stabilimento della Pipistrel come si presenta nel 2021 (Foto R.Cocianni-pipistrel)


BONIFICA ORDIGNI BELLICI
Fin dalla fine della seconda guerra mondiale si era posto il problema della bonifica dagli ordigni bellici. Sicuramente prima che l’ aeroporto diventasse scalo civile ci essere stata una bonifica del terreno limitata alle piste e agli spazi di manovra degli aeromobili. Successivamente ne sono seguite altre nel 1994, 1996 e 2012.

Nel dicembre 2011 nell’area destinata allo stabilimento della Pipistrel inizia la bonifica degli ordigni bellici interrotta nella primavera dello stesso anno per il ritrovamento di una discarica abusiva di amianto. A scoprirla in maniera del tutto casuale la ditta che sta procedendo alla bonifica: sembra che il materiale fosse lì da parecchi anni, tant’è che era ricoperto dalla terra e dalla vegetazione selvaggia. Non si tratta di lastre, bensì di pezzi che non superano la grandezza di una mano, probabilmente “frutto” di più demolizioni. Ecco perché si parla di una discarica abusiva: approfittando del fatto che l’aeroporto è aperto e non c’è vigilanza, si pensa che qualcuno possa avere scaricato lì, nel corso degli anni, quel grande quantitativo. I lavori sono eseguiti dalla ditta subappaltatrice Teknova Ambiente s.r.l. Nel 2012 la bonifica degli ordigni bellici interesserà la zona sud dell’aeroporto e contempoarneamente si  provvederà alla bonifica dell’amianto della copertura dell’hangar Gleiwitz, del magazzino MSA e del magazzino casermaggio (cinema). Il 28 agosto l’ ENAC appalta alla ditta A.C.R. Reggiani Albertino S.p.A. /HTR s.r.l. i lavori di bonifica di amianto dell’ hangar Gleiwitz, del magazzino SMA e dell’ autorimessa ora sede dell’ ANPI

GORIZIA 80°ANNIVERSARIO 4°STORMO
Gorizia 1 e 2 settembre 2011
L’ Associazione Cuilturale 4° Stormo con il patrocinio del Comune di Gorizia, organizza una serie di eventi per l’ 80°Anniversario del Reparto. Alle iniziative partecipano il comandante Col. Morelli, il Magg. Ghiadoni comandante il IX Gruppo, il L.t. DeMaio presidente sottufficiali, il M.llo Brancaccio del 4° Stormo, il Gen. B.A. Alberto Rosso e il T.Col. Argieri. E’ questa anche l’ occasione per ricordare il gemellaggio di Gorizia e Grosseto (23 maggio 1981) e il decimo anno di costituzione dell’ Associazione Culturale 4° Stormo Gorizia.
All’ evento hanno dato il proprio contributo SAI Ambrosini orologi e Cristiano di Thiene.

Municipio di Gorizia, da sinistra: Presidente Chianese, Sindaco di Grosseto Bonifazi, Sindaco di Gorizia Romoli, Comandante Col. Morelli, Presidente AAA Gorizia Marega.

Nella sala bianca del Municipio il sindaco di Gorizia Romoli incontra  il collega di Grosseto Bonifazi. Terminati i saluti
la cena al ristorante Mediterraneo.
Il giorno successivo, nella zona industriale di Gorizia verrà scoperta la tabella che intitola una via al M.O.V.M. Cap. Ernesto Botto. Subito dopo la deposizione corona al monumento del Duca d’ Aosta, lo scoprimento di una targa sulla lapide appena restaurata e trasferita in aeroporto dall’ Associazione Culturale 4° Stormo dedicata Serg. Pil. Bonfanti caduto nei cieli goriziani l’ 11 dicembre 1940. Terminata la cerimonia ufficiale, il comandante Col. Morelli, in forma privata, si ferma in raccoglimento davanti al Lapidario dei Caduti del 1° e 4°Stormo Caccia. 
Da segnalare un fuori programma per il Prefetto di Gorizia Marrosu che viene portata in volo da Sandro Pagliarini su velivolo T6

IL GRUMMAN ALBATROSS ALL’ ASTA
Nell’ ottobre 2011 l’ Associazione Promozione Volo di Grosseto, con l’intento di riportarlo in condizione di volo, si aggiudica all’asta il Grumman Hu-16A Albatross 15-9 (51-037) fermo sull’aeroporto di Gorizia dal 1979. A tal scopo il 24 e 25 novembre il Sig. Pagliarini dell’Associazione Promozione Volo e il Gen.Rosso sono a Gorizia per una prima valutazione dei lavori di restauro.

QUELLI DEL PRIMO
Nel 2012 l’ Associazione Culturale 4° Stormo pubblica il libro “Quelli del Primo” il 1°Stormo nelle immagini, dalle sue origini al 1940. Autori Roberto Bassi, Fulvio Chianese, Carlo D’Agostino. Alla presentazione parteciperanno il sindaco di Gorizia Ettore Romoli e il Cap. Pil. Mirco Caffaelli primo gregario sinistro della PAN.

(Cover Quelli del Primo)

UN TRICOLORE LUNGO 50 ANNI
Il 29 marzo 2012 il comandante della PAN T.Col. Marco Lant inaugura la mostra UN TRICOLORE LUNGO 50 ANNI. Organizzata dallo Stato Maggiore Aeronautica per il 50° Anniversario della PAN, la mostra dopo aver toccato le maggiori città italiane, arriva a Gorizia nel museo Santa Chiara.

DIRIGIBILE ZEPPELIN NT
Dal 15 al 16 giugno 2012 sosta sull’ aeroporto di Gorizia il dirigibile Zeppelin NT marche D-LZFN. Utilizzato nell’ambito del progetto europeo Pegasos (acronimo di Pan-european gas-aerosols-climate interaction study), il dirigibile e’ dotato di strumentazioni per analizzare l’aria, la relazione tra inquinamento atmosferico e cambiamenti climatici. Il 16 giugno alle 11.30 circa partirà da Gorizia verso Bologna. Tornerà nuovamente a Gorizia per scalo tecnico.

Gorizia, dirigibile Pegasos (Foto R.Cocianni-dirpeg)

SOCIETA’ CONSORTILE
Nel 2013 l’ente di gestione dell’ aeroporto Duca d’Aosta da SpA diventa società consortile con l’obiettivo di ottenere più finanziamenti, principalmente quelli messi a disposizione dalla Camera di commercio di Gorizia. Le quote dipartecipazione sono distribuite tra il Comune di Gorizia (52,33%), il Comune di Savogna (22,08%), l’Aeroporto Fvg (13%), la Provincia di Gorizia (3,56%),la Friulia (3,15%), la Camera di commercio di Gorizia (2,45%) e la Cciaa di Trieste (2,43%). La società è sostanzialmente partecipatada amministratori pubblici e si pone come unico referente per l’ottenimento della concessione della gestione da parte di ENAC.

FESTIVAL INTERNAZIONEL èSTORIA
Il 24 maggio 2013 l’ Associazione Culturale 4° Stormo con la collaborazione della Sezione di Gorizia dell’ Associazione Arma Aeronautica organizza la conferenza: “Con valore verso le stelle. Novant’anni dalla nascita dell’Aeronautica Militare”. Relatori il presidente dell’Associazione Cuturale Chianese e il Gen. Gianbortolo Parisi. Moderatore il Gen. Basilio Di Martino.

RISTRUTTURAZIONE E RIFACIMENTO PISTE
Nell’estate 2013 con il contributo della ditta Pipistrel, l’ hangar Gleiwitz viene ristrutturato. Si provvede al rifacimento della pavimentazione, alla sistemazione delle porte scorrevoli, gli impianti sono messi a norma e adeguati alla normativa antincendio.
Le piste 09 – 27 e  04 – 22 vengono arate e livellate, i cinesini sostituiti con quelli a norma regalati dall’ Associazione Culturale 4° Stormo.

RIAPERTURA AL TRAFFICO AG E ULM
Il 4 settembre 2013 l’Associazione Sportiva Dilettantistica Trans frontaliera Duca D’Aosta comunica la riapertura dell’ aeroporto di Gorizia al traffico AG ed ULM (dotato di radio), da giovedì 5 settembre con orario 14:00 – 18:00

NOTE:
Gorizia Radio su 119.85;
Pista 09-27 limitata provvisoriamente agli ultimi 600m della 09 – primi 600m della 27;
Per il momento atterraggi sulla pista 09 e decolli dalla 27;

REINAUGURAZIONE HANGAR GLEIWTZ
11 gennaio 2014
Sabato 11 gennaio 2014 dopo i lavori  dell’ estate del 2013, alla presenza del Sindaco di Gorizia Romoli, del Sindaco di Savogna d’ Isonzo Florenin, del Presidente della Provincia di Gorizia Gherghetta, dal Vicepresidente della Giunta Regionale Bolzonello, dell’ imprenditore Boscarol, del dott. Chiozza per la Fondazione della Cassa di Risparmio di Gorizia e del dott. Cidin per Banca Mediolanum viene reinaugurato l’ hangar Gleiwtz ristrutturato.

RIPRENDONO I LAVORI PER LA PIPISTREL
Dopo diversi rinvii e contrattempi, in luglio riprendono i lavori al cantiere della Pipistrel.

L’ AEROPORTO DUCA D’ AOSTA TORNA OPERATIVO
Con il completamento della formazione degli operatori antincendio e il rifacimento delle piste (04-22 per alianti e 04-27 e 09-27 per velivoli e VDS), dal 30 luglio 2014 l’ aeroporto torna operativo.

LA PRIMA VOLTA A GORIZIA
Il 12 agosto 2014 per la prima volta atterra al Duca d’ Aosta per una serie di giri dimostrativi il Panthera, velivolo che verrà prodotto dalla Pipistrel nel nuovo stabilimento di Gorizia. 

Il Piccolo 13 agosto 2014
Ecco l’aereo Panthera, sarà il gioiello di Gorizia.
Sorvolo sul cielo cittadino del prodotto di punta del marchio sloveno Il mercato del settore tira e l’azienda è già tra i protagonisti del comparto Il Panthera è arrivato nella sua nuova casa e ha solcato finalmente i cieli di Gorizia e del Duca d’Aosta. Mentre, a terra, cresce giorno dopo giorno il nuovo stabilimento della Pipistrel, la cui costruzione sta rispettando la tabella di marcia che porterà all’avvio della produzione entro la fine del prossimo anno, ieri all’aeroporto di via Trieste c’è stata una gradita sorpresa. Per la prima volta il Panthera, il gioiellino di casa Pipistrel che verrà prodotto proprio nel nuovo stabilimento goriziano, è atterrato sulla pista in erba da dove è poi decollato poi per una serie di giri dimostrativi. 
Il primo volo 
Un aereo innovativo, leggero, efficiente e curato nei minimi dettagli che, nelle sue diverse versioni, è attualmente l’orgoglio dell’azienda slovena guidata da Ivo Boscarol. Che, una volta atterrato l’aereo ha scherzato rivolto ai giornalisti: «Allora? Vola davvero, no?». Altrochè se vola. Il Panthera accoglie i tre passeggeri (più il pilota) in un abitacolo dotato di ogni confort, che assomiglia a quello di un’auto sportiva con i sedili in pelle avvolgenti, il quadro comandi completamente digitalizzato e le cinture si sicurezza allacciate ben strette. Ma una volta in cielo il velivolo è in grado di passare in un attimo da una comoda andatura di crociera – che ci ha permesso di ammirare dall’alto la grandezza del Duca d’Aosta e il cantiere dove sta nascendo la Pipistrel, e ancora l’Isonzo, il Vipacco e Gorizia – a una serie di evoluzioni spettacolari e improvvise accelerate. Il Panthera può raggiungere infatti i 202 nodi di velocità, circa 374 km all’ora, e il nostro pilota, Robert, si è divertito a sfruttare la potenza del suo gioiellino regalandoci più di qualche brivido d’emozione. 
Lo stabilimento 
«A regime, saremo in grado di produrne uno al giorno – racconta orgoglioso Boscarol -, visto che le richieste del mercato non mancano. Contiamo di iniziare la produzione entro la fine del 2015, visto che i lavori stanno procedendo secondo i programmi. Devo dire che le imprese stanno lavorando bene, e in questi giorni abbiamo cominciato alla grande. Ora c’è la sosta di Ferragosto, è inevitabile, ma per la fine dell’anno pensiamo che il capannone sarà pronto». Intanto la Pipistrel si occuperà subito di realizzare la recinzione attorno ai 30mila metri quadrati ricevuti in concessione, come ha chiesto l’Enac. Nei prossimi giorni poi dovrebbero arrivare luce, acqua e gas, e sarà un altro passo in avanti verso l’ultimazione del capannone da 10mila metri quadri. «A pieno organico credo che impiegheremo circa 200 operai – specifica Boscarol -. Se in futuro ci sarà la possibilità di espandersi, come stabilimento e come forza lavoro, ben venga, ma intanto i numeri dovrebbero essere questi. Abbiamo già ricevuto oltre 600 curricula solo dall’Italia, oltre a qualche decina dalla Slovenia». Ad Aidussina lavorano ad oggi 95 operai, e dalla fabbrica esce un Panthera ogni due giorni.
Marco Bisiach

MESSA IN SICUREZZA DELL’ AEROPORTO
Con protocollo datato 13 agosto 2014 l’ENAC rende noto che dal 19 agosto 2014 per motivi di sicurezza per la possibile presenza di residuati bellici e della necessita’ di sostituire la rete di recinzione danneggiata in piu’ punti, l’aeroporto Duca d’Aosta verra’ chiuso. Resta esclusa dal provvedimento restrittivo l’area demaniale in uso alla societa’ Pipistrel che potra’ continuare i lavori di costruzione dello stabilimento di Gorizia. 

QUELLI DEL QUARTO
Nel 2014 l’ Associazione Culturale 4° Stormo pubblica il libro “Quelli del Quarto” il 4° Stormo nelle immagini, dalle origini all’8 settembre 1943. Autori Roberto Bassi, Fulvio Chianese, Carlo D’Agostino. Alla presentazione il 18 settembre nella sala del consiglio provinciale partecipano il T.Col. Andolfi e il 1Ma Fiorillo del 4° Stormo. Il comandante Col. Pederzolli e il T.Col. Spreafico comandante del IX Gruppo, giunti in volo a Rivolto una volta atterrati devono risolvere un lieve inconveniente tecnico, ritardano l’ arrivo a Gorizia.

(Cover Quelli del Quarto)

Dopo la presentazione il tempo per una breve visita allo storico Caffè alle Ali quindi percorrendo a piedi i Corsi cittadini, in piazza della Vittoria per assistere al Raylight 2014, spettacolo di luci proiettate sulle facciate delle case. 
A seguire la cena a Villa Parens di Giovanni Puiatti a Farra d’Isonzo.

(Arc. Cocianni)

Venerdì 19 settembre gli ospiti del 4° Stormo dopo una breve sosta sul colle del castello di Gorizia da dove si osservano i campi di battaglia della Grande Guerra, si recano a Redipuglia per una visita guidata dal Col. Peghinelli al Sacrario Militare.

L’ AEROPORTO DUCA D’ AOSTA RIAPRE
Con Ordinanza n.30/2014 il 18 novembre 2014 l’Enac riapre l’aeroporto Duca d’Aosta: alle 15.30 dopo tre mesi di chiusura la direttrice  di Enac Nord Est Roberta Carli, alla presenza dell’assessore regionale Mariagrazia Santoro, dei sindaci di Gorizia Ettore Romoli e di Savogna Alenka Florenin apre il luchetto che teneva chiuso il portone d’accesso. Gli spazi non inerenti all’attivita’ di volo continuano a rimanere interdetti al pubblico e delle tre piste esistenti possono essere utilizzate due. 
Dallo scorso mese di agosto, quando l’Aeroporto era stato chiuso per problematiche legate alla sicurezza, la Regione ha collaborato con la direzione aeroportuale dell’ENAC Nord Est affinché si giungesse alla riapertura nel minor tempo possibile. Appena a gennaio 2014 infatti l’aeroporto era tornato in vita – dopo tre anni di chiusura – grazie al ripristino dell’hangar Gleiwitz. Quindi, la doccia fredda della decisione ENAC quest’estate e, finalmente, la riapertura. Lo scalo isontino è gestito dalla sociatà Aeroporto Amedeo Duca d’Aosta di Gorizia SpA, i cui soci sono i Comuni di Gorizia e Savogna d’Isonzo, la Provincia di Gorizia, l’Aeroporto del FVG e Friulia spa. Alcune piccole quote sono detenute dalle Camere di Commercio di Gorizia e di Trieste.

LO SPAZIO E IL VOLO
Dal 11 aprile al 10 maggio 2015 nella casa  Dornber e Tasso di Borgo castello, i Musei Provinciali organizzano la mostra di arte contemporanea LO SPAZIO DEL VOLO che ha come filo conduttore il volo nelle sue accezioni semantiche. L’ Associazione Culturale 4° Stormo partecipa con un inedito cortometraggio sull’aeroporto di Gorizia  di Luigi Monti 

MUSEO DELL’ARIA
Il 14 settembre 2015 presso il Punto ENEL di via Broletto a Milano, viene presentato il progetto del Museo dell’Aria di Gorizia. Il progetto è promosso dall’associazione Culturale “Fratelli Rusjan” in collaborazione con European Museum Academy e l’Aeronautica Militare Italiana. Main Sponsor Banca Mediolanum.
Il progetto non avrà seguito e resterà sulla carta.

SGUARDI IN CITTA’ E DINTORNI
Dal 19 al 27 settembre 2015 nel museo Santa Chiara, l’ Associazione Culturale 4° Stormo in collaborazione con il comitato cittadino Mitteldream e con Fotoclub Lucinico allestisce  la  mostra multimediale “Sguardi in città … e dintorni”. La mostra potrà essere visitata anche nei giorni 2, 3 e 4 ottobre.

(loc sguardi)


Durante la mostra si tengono delle conferenze:
La S.I.S.A. relatore C.D’Agostino
Concorde, storia di un mito relatore P.i. Presi
Il “g” effetti sul pilota relatore Prof. G.Pellis
I CantZ relatore C.D’Agostino
Gorizia ed il Milite Ignoto relatore Col. F.Peghinelli
Simulatori di volo per PC relatore M.Sanfilippo
L’aeroporto di Gorizia relatore Com.te F.Chianese

AGGIUDICAZIONE DEFINITIVA ALLA SOCIETA’ CONSORTILE
Nel dicembre 2015 arriva la comunicazione ufficiale con la quale l’Enac ha disposto l’aggiudicazione definitiva della gestione dell’aeroporto di Gorizia, dopo che era stata affidata in via provvisoria lo scorso luglio, alla società consortile Aeroporto Amedeo Duca D’Aosta il cui  CdA e’ composto dal presidente Ariano Medeot e da Antonio Montanari, Pino Paone, Michela Ceccotti ed Erika Cernic.
Si tratta di una sorta di primato, visto che quella di Gorizia è una delle primissime gestioni del genere (se non la prima) affidateda Enac in Italia per quel che riguarda gli aeroporti minori. 

ATTO VANDALICO
A natale 2015 un atto vandalico da parte di ignoti penetrati nel cantiere di costruzione dello stabilimento della Pipistrel, manda in frantumi una decina di vetrate provocando ingenti danni. 

ASSOCIAZIONE 4° STORMO GORIZIA
Nel corso dell’anno si era costituito in città il Comitato Mitteldream con finalità di promozione turistica del territorio, al quale ha aderito anche il Presidente Chianese.
Nell’ ambito dell’ Associazione Culturale 4° Stormo nel frattempo era insorto il dibattito sull’ opportunità di mantenere lo stato giuridico dell’ associazione, alla luce delle nuove regole fiscali stringenti in materia di associativismo no profit. Si trattava quindi di decidere di sgravare l’ associazione dallo stato no profit a favore di Mitteldream subordinandola al nuovo soggetto. La maggioranza dei soci decise per questa opzione.
La minoranza argomentò la propria contrarietà perché così facendo, sarebbe venuta meno la specificità dell’ associazione. Si trovò una soluzione senza strappo nel segno della continuità: l’ Associazione Culturale 4° Stormo sarebbe confluita senza carattere giuridico in Mitteldream e contestualmente si sarebbe costituita l’ ASSOCIAZIONE 4° STORMO GORIZIA. Tra gli accordi il Presidente dell’ Associazione Culturale 4° Stormo autorizzava la condivisione e l’ uso dell’ archivio fotografico alla costituenda Associazione 4° Stormo nonché del logo. Primo presidente dell’ Associazione è il Sig. Cocianni Renato.

Tra i due sodalizi comunque, non è mai venuta meno la collaborazione e anzi non sono mancate occasioni di interscambio.

NUOVO ATTO VANDALICO
A fine marzo 2016 un nuovo grave atto vandalico ai danni dello stabilimento della Pipistrel. Ignoti si introducono all’interno dell’area tranciando la rete di recinzione e, una volta entrati nel cantiere infrangono una quarantina di vetrate procurando ingenti danni. A seguito di questo atto vandalico la proprietà sospende i lavori fino a quando non sarà fatta chiarezza sulla responsabilità dell’accaduto. 

RADUNO ALPINI
Domenica 19 giugno 2016 per il Raduno Alpini Triveneto e Adunata Nazionale Julia, il previsto lancio di alpini paracadutisti nello stadio Baiamonti è annullato per l’ inagibilità dell’ aeroporto che sarebbe servito come scalo di appoggio previsto dal regolamento dell’ ENAC.

ANNULLAMENTO CONCESSIONE
Nell’ aprile 2016 l’ ENAC comunica all’Associazione Duca d’Aosta l’annullamento della concessione in essere e contestualmente viene intimato di liberare, in tempi brevi, l’hangar che ad oggi ospita circa 13 aerei. Il provvedimento implica la chiusura di tutta l’attività eroportuale e riguarda non solo l’ Associazione Duca d’Aosta, ma anche altre realtà operative in aeroporto, ovvero l’ Associazione arma aeronautica, l’ Associazione nazionale paracadutisti d’Italia, Glider Age Costruzioni Aeronautiche, Centro Zootecnico Goriziano e TibAir Ditta Manutenzioni aeronautiche.

CENTENARIO PRESA DI GORIZIA
Lunedì 8 agosto 2016 nell’ambito delle celebrazioni del centenario della Presa di Gorizia da parte del Regio Esercito, quattro paracadutisti del gruppo sportivo della Folgore lanciatosi da un AB 205  del 5°Reggimento Aviazione dell’Esercito “Rigel” atterrano sulla Piazza Vittoria dopo un volo di 1700 metri. Uno dei parà consegna un enorme tricolore al sindaco Ettore Romoli che dal palco delle autorità, oltre a pronunciare il discorso, legge il messaggio fatto pervenire dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. 

(fb100)


Il 20 settembre 2016 a Roma, il presidente della Società Consortile Ariano Medeot incontra  il direttore generale dell’ENAC Alessio Quaranta per sottoscrivere la convenzione per la concessione ventennale dell’aeroporto di Gorizia. La firma sancisce ufficialmente l’investitura dell’ente consortile quale “gestore” del sedime aeroportuale goriziano. 

GORIZIA 85°ANNIVERSARIO 4°STORMO
Il 25 e 26 ottobre 2016, in occasione dell’ 85° Anniversario del 4° Stormo,  l’ Associazione 4° Stormo in collaborazione con Rotary Club Gorizia, Club per l’Unesco Gorizia e A.A.A. sezione di Gorizia, organizza una serie di iniziative.
Martedi 25 ottobre il comandante Col. Marco Lant con il Lt. Gabriele Brancaccio, il Lt. Salvatore Fiorillo del 4° Stormo e dal Col. Turco comandamnte del 2°Stormo, sono ricevuti in municipio dal vice sindaco Roberto Sartori in rappresentanza del sindaco Romoli impegnato in prefettura per la visita di Mattarella del giorno dopo. Nonostante ciò, Romoli non ha voluto mancare all’appuntamento e, terminato l’incontro con il prefetto rientra in municipio per salutare gli ospiti. A seguire il vin d’honneur.
Dopo l’ impegno istituzionale, segue la cena alla Trattoria da Checo a Peteano e il tradizionale scambio dei doni.
Il Rotary consegna al Col. Lant il gagliardetto del sodalizio mentre l’Associazione 4° Stormo regala al comandante una targa commemorativa. Il Col. Lant ricambia il dono dell’ Associazione con una statuetta raffigurante il cavallino rampante.
Per i rappresentanti del 4° Stormo e al prof. Meyr del Rotary, l’ Associazione regala una bottiglia di vino della prestigiosa cantina Pittaro. 

Municipio di Gorizia. Da sinistra: Cocianni R. (Presidente Associazione), Turco C. (Consigliere comunale), Sartori R. vice sindaco, Col. Lanto, Col. Turco (comandante 2° Stormo) (Arch. Cocianni-a85)

Mercoledi 26 ottobre nel polo goriziano dell’ Università di Trieste,  si svolge un seminario introdotto dal prof. Meyr direttore della facoltà di scienze diplomatiche internazionali. Dopo il saluto del Col. Lant seguono le relazioni:

Lt. Brancaccio: “Gli ottantacinque anni del Quarto”;
Ammiraglio Sq. Sanfelice di Monteforte: “Il pensiero di Giulio Douhet”;
Dr. Lodolo: “La Grande Guerra del campo di volo di Gorizia, i presupposti di uno sviluppo strategicamente rilevante”;

Purtroppo causa la concomitanza con la visita in città del Capo dello Stato Mattarella, al seminario non hanno partecipato le autorità. Anche la presenza di pubblico è stata influenzata dalla visita di Mattarella.

RELAZIONE – PROPOSTA MANUTENZIONE MONUMENTO DUCA
Il 6 aprile 2017 in municipio, l’Associazione 4° Stormo presentazione al sindaco di Gorizia Romoli una propria proposta-relazione per un intervento di manutenzione straordinaria e ordinaria del monumento del Duca d’Aosta e del Lapidario dei Caduti del 1° e 4°Stormo ubicati sul territorio comunale.
Il documento contiene il piano di spesa e una dettagliata relazione descrittiva del piano di intervento.
Sono presenti il comandante del 2° Stormo Col. Edi Turco, il presidente dell’ Associazione Renato Cocianni, il p.i. Paolo Presi e il presidente dell’ AAA di Gorizia Claudio Marega

L’ AEROPORTO RIAPRE AL TRAFFICO AEREO
Con una sobria cerimonia, sabato 22 aprile 2017 viene riaperto al traffico aereo l’aeroporto Duca d’Aosta. Contestualmente viene dato l’annuncio della imminente apertura sull’aeroporto della dittaTaf3 che produce l’ultraleggero Flamingo, velivolo ad alte prestazioni anche acrobatiche.

……Enac ha compreso lo sforzo e il desiderio che Gorizia ha espresso per riprendere possesso di quest’aerea, assegnandola alla consortile la prima storica concessione di un aeroporto minore secondo le norme dettate dai nuovi regolamenti nazionali.
dal discorso del sindaco di Gorizia Ettore Romoli

GIORNATA DELLA MEMORIA (RADUNO) ONFA GORIZIA
Il 24 giugno 2017 alcuni ex allievi del Maddalena si ritrovano a Gorizia per la Giornata della Memoria,
Il programma prevede la visita di Villa Coronini a Sempeter sede dell’ONFA di Gorizia e del museo della Grande Guerra a Caporetto.

Da sx:Visione Stefano, Domenico Migliaccio, Pierluigi Alberti, Francesco Balestrino VP ANCEAO, Felice Petillo Pr ANCEAO, Com.te Fulvio Chianese, ex allieva del Baracca Miranda Bonanno, Roberto Maggi ; sotto Bruno Cesaro e Francesco Nardone. (Onfa2017)

GALLERIA DEL VENTO
Il 20 febbraio 2018 viene inaugurata la galleria del vento,  la più grande del Triveneto e vicina, per caratteristiche e prestazioni, alle strutture leader in Italia della Ferrari, della Pininfarina, del Politecnico di Milano. Sorge all’interno dello stabilimento “Asse*” nato sulle ceneri della vecchia “Manifattura goriziana”
Questo nuovo insediamento ha il significato di una sorta di “passaggio delle consegne” dal settore tessile (ormai decaduto in città) a quello aeronautico (su cui Gorizia sembra puntare molte delle sue carte per il rilancio economico).
Verrà utilizzata da sportivi, ma sarà usata anche in ambito aeronautico testando modelli di velivoli, aerei teleguidati, droni, qualche piccolo ultraleggero». Si effettueranno test sino a 160 chilometri orari, ci saranno otto ventilatori per una potenza complessiva di 640 kilowatt e sarà presente una bilancia dinamometrica a sei assi per la misura, in tutte le direzioni, delle azioni del flusso dell’aria.

* acronimo di aeronautica, spazio, subacquea, energia.

MOSTRA LE FRECCE TRICOLORI
Dal 5 al 13 aprile 2019 la Pro Loco di Gorizia, in collaborazione con il 115° Club Frecce Tricolori di Gorizia, nella sala Tullio Crali organizza la mostra fotografica “Le Frecce Tricolori, Uomini e Macchine, viste dal 115° Club di Gorizia”.

VISITA DEL COL. PIL. URBANO FLOREANI
Il 18 dicembre 2019, per iniziativa dell’Associazione 4° Stormo Gorizia in collaborazione con la locale A.A.A., il Comandante del 4° Stormo Col. Pil. Urbano Floreani incontra in municipio il sindaco Rodolfo Ziberna. Durante il colloquio, Ziberna  ribadisce il legame affettivo della città al reparto riconoscendo la capacità e professionalità dei suoi uomini. Il Col. Floreani dopo aver portato il saluto della città di Grosseto gemellata con Gorizia dal 1981, ricorda il ruolo determinante che ha avuto la città per la storia del 4° Stormo e l’ impegno dell’ Associazione e della AAA di Gorizia nel ricordare la storia del reparto: “….i nostri custodi dei luoghi sacri del Nostro glorioso Reparto” 

Municipio di Gorizia. Da sinistra: Col. Floreani, Presidente AAA di Gorizia Col. Macrini, Presidente Associazione 4° Stormo Cocianni, sindaco di Gorizia Ziberna

Nell’incontro sono stati affrontati anche temi di comune interesse quali l’aeroporto con la ripresa dell’attività operativa connessa con il Piano industriale recentemente approvato, e con il contestuale restauro conservativo degli immobili storici. Ciò come premessa indispensabile nell’ottica di auspicabili future commemorazioni quali il 90° della costituzione del 4°Stormo, nel 2021, ed il centenario dell’A.M. nel 2023.

EMERGENZA COVID19
Verso le 3 della mattina del 27 marzo 2020, un elicottero proveniente da Bergamo atterra sulla elisuperficie dell’ospedale S. Giovanni di Dio di Gorizia con a bordo un malato di COVID19 per ricovero nella terapia intensiva del nosocomio goriziano.

IN PREPARAZIONE DEL SORVOLO SUL SACRARIO DI REDIPUGLIA
Il 2 novembre 2021 due MB339 delle Frecce Tricolori (Pony1 e Pony6) in addestramento per il sorvolo del Sacrario di Redipuglia il 3 novembre, nella tarda mattinata e nel primo pomeriggio, compiono diversi passaggi sull’ aeroporto;

IN PREPARAZIONE DEL SORVOLO SUL SACRARIO DI REDIPUGLIA
Il 3 novembre 2021 per il Giorno dell’Unità Nazionale e della Giornata delle Forze Armate in concomitanza anche con il centenario del Milite Ignoto, le Frecce Tricolori sorvolano l’ aeroporto in “punto d’ attesa” prima del passaggio sul Sacrario Militare di Redipuglia dove presiede alla cerimonia il Presidente della Repubblica;

CAMBIO AL VERTICE DELLA CONSORTILE
Dal 1° novembre 2021 alla presidenza della Società Consortile che gestisce l’ aeroporto di Gorizia, a Rolando Parmesani subentra Antonino Livona, ex pilota della pattuglia acrobatica nazionale. Vicepresidente è Alessandro Spanghero ex pilota Alitalia

CONSEGNA MATTONELLA 96^SQ. 4°STORMO
Martedì 21 dicembre a Rivolto il presidente dell’Associazione 4°Stormo assieme ad una rappresentanza, consegna al Comandante Col. Bertoli una mattonella della pavimentazione della 96^Sq.dell’hangar del 4°Stormo di Gorizia.

assber IMG_1958