Mario BANDINI

nato il 12-12-1909 a Castrocaro (Forli’)  
consegue  brevetto di pilota d’aeroplano il : 24-09-1929  
brevetto di pilota militare il :13-02-1930 

Il serg.m. Mario Bandini nato a Castrocaro (Forli’), inseparabile amico di Raffaele Chianese, e’ vissuto a Gorizia (in via Manzoni) fino alla sua morte (23 Aprile 1983), e’ stato decorato di medaglia d’Argento al Valor Militare per la sua azione sul cielo di El Adem del 16 giugno 1940, con la seguente citazione: “Sottufficiale pilota da caccia ardito ed esperto, capo formazione di una pattuglia di polizia aerea, avendo avvistato sei apparecchi nemici, decisamente li inseguiva e li attaccava. Ferito ad un braccio da una raffica di mitragliatrice insisteva nei suoi attacchi riuscendo ad abbattere un velivolo nemico.”
Cosi’ riporta la sua azione in “QUELLI DEL CAVALLINO RAMPANTE” Antonio DUMA:
Il giorno 16, all’alba, poco dopo il decollo di Bandini, Patrizi e Scaglioni che vanno al T.3 (Tobruk) per il turno di allarme, tre Blenheim bombardano nuovamente il campo. Lievi danni al materiale di volo, Vanni resta leggermente ferito alla schiena e viene ricoverato all’infermeria della Marina a Tobruch. Decollano immediatamente Martissa, Romandini, Miotto e Bladelli che inseguono i tre velivoli e ne abbattono due.
Anche Bandini, giunto su El Adem, incontra sei Blenheim che hanno bombardato quel campo. Bandini si sceglie un avversario e portatosi vicinissimo in coda inizia a mitragliare continuando a sparare finché non lo vede abbattersi al suolo, incurante di una ferita al braccio sinistro che un altro velivolo nemico, portatoglisi a sua volta in coda, gli aveva inferto sparando. Nonostante il sangue perduto e la ferita che gli impedisce di fare uso del braccio, Bandini rientra ed atterra al T.2 (Tobruk), mantenendo contegno ammirevolmente calmo e dando precisi ragguagli sul combattimento sostenuto, prima di essere trasportato all’ospedale di Tobruch. La vittoria conseguita e il suo comportamento gli varranno una medaglia d’argento “sul campo”.

Ban01: Annotazione sul retro della foto: “Ponte S.Pietro 11-04-29. L’apparecchio sul quale ho fatto i miei primi voli. Io sono quello davanti”. L’istruttore e’ BULGARELLI, il velivolo un AR2.
Ban01a
Ban02: CAMPO SCUOLA Di VOLO di PONTE S.PIETRO (Bergamo): La scuola di volo e’ gestita da civili sotto il controllo del Comando Militare Scuola Aviazione di Ponte S.Pietro al comando del maggiore Cesare CACCIANOTTI. Lo stesso aeroporto e’ sede della CAPRONI. BANDINI effettua presso questa Scuola 37 ore e 29 min. di volo e decolla da solista a 14 ore e 24 min. Annotazione sul retro della foto: Ponte S.Pietro 11-04-29. “L’apparecchio che serve per fare acrobazie, ho ancora 14 ore di volo poi faro’ il passaggio su questo apparecchio che fila a 220 all’ora. Saluti e baci. Mario.”
Ban02a
Ban03: Scuola di Volo di Ponte S.Pietro: Bandini, a destra, con altri due allievi.
Ban04 Scuola di Volo di Ponte S.Pietro. Bandini, primo a sinistra con altri due allievi.Il velivolo e’ un A.R. 2 della Scuola di volo.
Ban05: Scuola di Volo di Ponte S.Pietro: Annotazione sul retro della foto: “Quello al centro, con quella riga bianca nella tuta e’ il mio istruttore (Bulgarelli)”.
Ban013: Scuola di Volo di Ghedi -1929. II primo a sinistra e’ Bandini, al centro con la tuta più’ chiara e’ l’istruttore. L’aereo non è identificabile
Ban88: Ghedi 15 marzo 1930. L’aviere scelto Mario Bandini con l’aquila di pilota militare
Ban06a Aviano – giugno/agosto 1931. I piloti della 90A Squadriglia ripresi davanti alla linea di volo dell’unità. Da sinistra, in piedi: Serg. Emilio Barbetti (1°), Serg. Carlo Attanasio (2°), Serg. Aldo Bassi (3°), Gap. Antonio Pagliari (4°), Ten. Giovanni Tessori (5°), Ten. Carlo Azzali (6°), M.Ilo Attilio Allavena. Da sinistra, accosciati: Serg. Ugo Corsi (1°), M.Ilo Terzo Degan (2°), Serg. Mario Bandini (3°)
Ban006b Aviano – giugno/agosto 1931. I piloti della 90A Squadriglia con il suo com.te, il cap. Pagliari. Da sinistra, in piedi: serg. Carlo Attanasio (1°), serg. Ugo Corsi (2°), serg. Mario Bandini (3°), serg. Aldo Bassi (4°), m.Ilo Attilio Allavena (5°), cap. Antonio Pagliari (6°), serg. Emilio Barbetti (7°), ten. Giovanni Tessere (8°), m.Ilo Terzo Degan (9°). A terra: ten. Carlo Azzali (con la cagnetta “Giuseppina”). Fa da sfondo un velivolo C.R. 20
Ban07: Aviano – 1931 90^ Squadriglia – Piloti e Specialisti – davanti a CR20. In piedi da sinistra: serg. SANZIN (3°), serg. BANDINI (4°), serg. BASSI (6°), serg. CORSI (7°), cap. SALVADORI, com.te Squadriglia (8°), serg. BARBETTI (9°), serg. ATTANASIO (10°). A terra da sinistra: m.llo ALLAVENA (3°), ten. TESSORI (4°), ten. AZZALI (5°), m.llo DEGAN (6°). Tutti gli altri sono specialisti.
Ban08: Aviano – 1931 90^ Squadriglia – Piloti e Specialisti – davanti a CR20 (come foto precedente ma con berretto)
Ban09: Aviano – 1931 90^ Squadriglia – Piloti davanti a CR20 In piedi da sinistra, serg.BANDINI (1°), serg. DI GIULIO (2°), serg. ATTANASIO (3°), serg. CORSI (4°), cap.no SALVADORI (5°).
Ban11:Gorizia 1932, piloti del 4°Stormo davanti a due C.M.A.S.A. C.R. 20 Asso . Da sinistra, a terra: ten. Brambilla (in ginocchio), ten. Roveda, serg. Metlicovith, serg. Larese, serg. Perobon, serg. De Pari, serg. Acerbi, serg. Bandini, serg. Anelli, serg. Romandini, serg. Sozzi, un pilota, ten. Viola (piu’ alto, in ginocchio),ten. (?), ten. Azzali. Da sinistra, prima fila in piedi: ten. (?), cap. Ascenzi, ten. Mezzetti, serg. Sartori, serg. Gigliarelli, serg. Marini, serg. Costigliolo, cap. Piragino, com.te di Gruppo magg. Spadaccino, col. Porro, com.te di Gruppo magg. Gaeta, cap. Bianchedi, cap. Rossi, cap. Giannoni, cap. Molinari, ten. (?), serg. (?), ten. Stasi. Da sinistra, fila successiva: serg. A. Salvadori, serg. Corsi, serg. Attanasio, ten. Beneforti ten. (?). Da sinistra, ultima fila (la piu’ alta): serg. Avvico, serg. Nicolussi, serg. Chianese, serg.Giacchetti, serg Fusco (?), serg. Breveglieri, serg. Cstelletti, serg. De Vincenzi(?), serg. Cantelli, serg Baccara, serg. Renzi, ten. Salvadori, serg. Peruc, serg. Bergamini
Ban11b come Ban11a
Ban12: Gorizia – 1936(?) Gruppo davanti a CR32. Annotazione sul retro foto: La mia Squadriglia riunita per la partenza del comandante. Quello al centro e’ un tenente del’Aviazione ungherese.
Ban12a: Annotazione sul retro della foto: la mia Squadriglia riunita per la partenza del comandante
Ban15: Campoformido – marzo 1930/luglio 1931. Momenti spensierati dei piloti di Campoformido nel loro ritrovo abituale I’ “Arizona degli Aviatori”. Da sinistra, fila più’ alta, Gigi Covre (1°, in secondo piano con una bottiglia in mano, anima, con la consorte Anute, della condotta del leggendario locale del padre, Andrea Covre), accanto un cameriere con il berretto preso in prestito dal pilota alla sua sinistra, segue Serg. Aldo Bassi (3°,con il bicchiere in mano),Serg. Tommaso Diamare (4°, con il giacchetto bianco), Gap. Toni Mecchia (6°, Ufficiale dell’Esercito), Serg. Degan (7°, mentre beve), Gap. Antonio Pagliari (8°). Fila centrale, Serg. Mario Bandini (4°, in tuta di volo), Serg. Magg. Mondini (6°) Gap. Raoul Moore (9°, aiutante di campo di Fougier, davanti al palo), Serg. Elio Scarpini (10°), Serg. Enrico De Ferrari (11°). Seduto, il Ten. Vasc. Vito De Vigilis (2°), Ufficiale di Marina e medico dell’infermeria dell’aeroporto “Gabelli” dove il 29 ottobre 1941 presterà’ la prima assistenza alla signora Elda Damiani in preda alle contrazioni per un parto che si presenta difficoltoso. La signora viene condotta con un carretto all’ospedale di Udine ma non sopravvivera’. Alla bimba che vede la luce, su preciso desiderio del Comandante del 1° Stormo, Col. Reglieri, e con il consenso del padre, viene dato il nome di Aviana Vittoria
Ban16: Campoformido? 1930 – 1933. Bandini con un gruppo di specialisti. La localita’ e la data sono sconosciuti
Ban17: Gorizia o Campoformido 1930 – 1933. Bandini con un gruppo di specialisti. La localita’ e la data sono sconosciuti
Ban18: Gorizia – 193? In divisa bianca, da sinistra: Bandini, Costigliolo, Renzi, Attanasio.
Ban19: Campoformido estate 1931. Ristorante “Arizona degli Aviatori”. Da sinistra, serg. Scarpini (4°), Diamare (5°), Bandini (8°). A terra, serg. Bassi (3°)
Ban20: Campoformido- marzo 1930/luglio 1931. I piloti della 90A Squadriglia da Caccia ritratti davanti a un Fiat C.R. 20. Sullo sfondo è visibile uno dei tre hangar “Voisin” costruiti nel 1915 per ospitare le Squadriglie da ricognizione equipaggiate appunto con questi velivoli francesi. Seduto sul motore il Serg. Scarpini. Da sinistra in piedi,in primo piano: Serg. Degan (2°), Serg. Magg. Mondini (4°), Serg. De Ferrari (6°), Serg. Bandini (7°). Seduti a terra, Serg. Diamare (2°) e il Serg. Bassi (3°)
Ban23: Ban23: Campoformido(?) – 1931(?) Un amico di Bandini (Serg. De Ferrari?)- CR20
Ban43: Campoformido -1930-1931. Piloti e specialisti del 1° Stormo di fronte e “sopra” ad un C.R. 20
Ban24: Aviano – giugno/agosto 1931. Trattoria “Al Gorgazzo” di Polcenigo. Mentre l’Arizona degli Aviatori” era il punto di ritrovo per gli aviatori del 1° di Campoformido, i colleghi di Aviano si riunivano spesso “Al Gorgazzo” di Polcenigo. Si riconoscono: Bandini, Corsi, Attanasio, Pagliari, Degan e Azzali. Il primo a destra e’ il Serg. Mondini
Ban25: Campoformido -1930 -1931. Al termine di una cena all’ “Arizona degli Aviatori” i piloti del 1° sono ritratti in una foto di gruppo. Riconoscibili, Bandini (con i baffi), Chianese, Castelletti e con il tovagliolo in testa, Romandini, tutti nomi che si copriranno di gloria sotto il simbolo del “cavallino rampante” nel secondo conflitto mondiale
Ban26: Aviano – agosto 1931 – CR20 alle Grandi Manovre Il com.te della 2^ Z.A.T. e Divisione Aquila gen. Opizzi, passa in rivista il X Gruppo e stringe la mano a Bandini. Tra i due il com.te X Gruppo magg. Spadaccino. In divisa bianca il com.te 4° Stormo t.col. Da Barberino. Sullo sfondo il serg. Sanzin.
Ban38: CR20 delle Grandi Manovre, incidentato.
Ban50: Gorizia 193? Bandini e Di Giulio. Insolito l’uso da parte dei due personaggi dei berretti da marinaio. L’aereo sullo sfondo e’un Fiat C.R.20 bis Asso
Ban55: Gorizia 1932. Emilio Barbetti, 90^ Squadriglia, deceduto per “avvitamento” il 21 marzo 1932 (bollettino ufficiale 1932 disp. 16)
Ban55a
Ban79: Gorizia 1932. Retro foto ban79. “13-07-1932, prima della rivista di S.E. Opizzi”
Ban79a
Ban99
Ban99a

FOTO Ban99 IN DETTAGLIO

Ban99a: Nel gruppo: Corsi, Renzi, Bandini, Attanasio
Ban099b
Ban099c
Ban099d: Bandini con la mascotte davanti a un C.R. 20
Ban099e
Ban099f: Gorizia 13/07/1942 Prima della partenza per Roma
Ban80: Gorizia 13-07-1932, Hangar 4° Stormo. Da sinistra: Bandini (2°), Chianese (4°), Attanasio (5°), Corsi (7°) Annotazione sul retro foto: “Prima della rivista di S.E. Opizzi”
Ban94: Gorizia 1933 – 1935. Bandini (2°) con due colleghi. L’aereo e’ un C.R.20 bis A.Q.
Ban77: Libretto caratteristico dei voli di Bandini. Eventi importanti dell’attivita’ di volo
Ban59: Gorizia 1937. Bandini al rientro dalla prigionia in Spagna
Ban81: Gorizia 193? Di Giulio (2°) e Bandini (3°), sui gradini dell’ingresso della Palazzina Sottufficiali
Ban83: Gorizia 1938 – 1940. Bandini (2°) con il caschetto
Ban96: Gorizia 1938 – 1939. M.llo Di Giulio (1°), serg.m. Bandini (2°) e m.llo Renzi (3°)
Ban44: Gorizia – 1939-40 Sullo sfondo alcuni velivoli Nardi 305 (Gruppo Complemento Caccia) e dei G50 della Scuola Caccia.
Ban90: Gorizia 193? Bandini (1°) con un gruppo di piloti. A destra si intravedono dei C.R.32 e sullo sfondo l’hangar della 38^ Sq. Ricognizione ed il magazzino MSA
Ban93: Gorizia 1940 – 1941. Bandini davanti all’hangar Lancini – Nord
Ban39: Gorizia 1940? Mario Bandini sull’ala di un Macchi M.C.200, parcheggiato davanti agli hangar della Ricognizione (a sinistra)
Ban41: Gorizia 1940? Mario Bandini sull’ala di un Macchi M.C.200, parcheggiato davanti agli hangar della Ricognizione (a sinistra)
Ban45: Gorizia 194? Scuola Caccia, specialisti durante una pausa. 1° da sinistra di spalle in tuta bianca e’ Monti alla Scuola caccia. Sullo sfondo velivoli M.C.200 Saetta
Ban58: Gorizia. Foto ricordo: sul “cavallino”, Bandini, a sinistra in ginocchio, Romandini
Ban61: Gorizia – 19?? Bandini davanti l’hangar della 84^ Sq. (che si intravede). Alla sua sinistra l’hangar della 90^ e 91^. In fondo si nota un traliccio che serviva per mantenere il collegamento visivo con la torre di controllo e per autorizzare gli aerei al decollo. A tal fine veniva utilizzato un disco rosso o verde.
Ban82: Gorizia 194? “Scuola Caccia”. Bandini, al centro. Sullo sfondo l’hangar della Ricognizione e sulla destra, poco distinti, si notano alcuni “monoplani” che sembrano dei G50
Ban60: Bari anni ‘50. Chianese e Bandini, nel dopoguerra mentre erano istruttori a Galatina (Lecce)
Ban84: Gorizia, Corso Verdi 194? Chianese, parzialmente fuori quadro, con Bandini e altro sottufficiale (Cagliari?)
Ban85: Gorizia, Corso Verdi 1941-1942(?) Chianese, parzialmente fuori quadro e Bandini in Corso Verdi a Gorizia
Ban91: Gorizia 1940/1943. Scuola Caccia: gli istruttori di volo, Costigliolo (1°), Bandini (2°) e Romandini (3°) davanti all’hangar della 90^ Squadriglia. In secondo piano, tra Bandini e Romandini, il s.ten. Paolo Berti
Ban92: Gorizia 1940/1943. Costigliolo (1°), Romandini (2°) e Bandini (3°) davanti all’hangar della 90^ Squadriglia
Ban86: Gorizia, Bandini: sullo sfondo il Carso, dosso Faiti
Ban87: Gorizia, Di Giulio e Bandini sotto gli effetti di una colossale sbronza
Ban89
Ban95: Bandini
Ban97: Gorizia 193? Bandini (1°) e Di Giulio (2°)
Ban98
Ban78: Gorizia anni ‘60. Chianese (1°), e Bandini (3°), Tarantola (5°), Tonello (6°) durante un raduno di piloti