UN PO’ DI STORIA

La 604^ Squadriglia viene costituita a Roma Urbe il 9 giugno 1940 con velivoli SM.75 precedentemente civili. Insieme alla sua consorella 610^ costituiscono il 145° Gruppo SAS (Servizi Aerei Speciali).
Subito dopo l’inizio delle ostilità viene mandata in Libia dove opera continuamente fino al giugno 1942, per spostarsi brevemente in Grecia e ritornare nel mese di luglio dello stesso anno in Africa; rimpatriata nel gennaio 1943, dopo aver subito numerose perdite di aeroplani e uomini, nell’estate dello stesso anno viene rischierata sull’aeroporto di Roma Urbe per poi essere nuovamente inviata in Sicilia. Agli inizi del luglio ’43, con SM.82 opera dai campi della capitale fino all’armistizio del settembre successivo.
Molti dei velivoli e degli equipaggi si portano al Sud entrando a far parte dell’Aeronautica cobelligerante. La 604^ viene sciolta poco dopo per confluire nello Stormo Trasporti.

GROSSETO
La 604^ Squadriglia dipende dall’Ufficio Operazioni ed ha il compito di collegamento, trasferimento personale e ripresa voli per i piloti non operativi (negli ultimi anni su velivolo 339). Con l’assegnazione degli elicotteri, che però restano alla dipendenza del 15°Stormo di Ciampino, assolve anche compiti SAR, protezione civile ed elisoccorso.

ITALIAN TASK FORCE AIR
Nel 2006 la Squadriglia viene dislocata presso l’aeroporto internazionale di KABUL (Italian Task Force Air), nell’ambito della missione multinazionale denominata INTERNATIONAL SECURITY ASSISTANCE FORCE “ISAF IX”, con il compito principale di garantire attività aerea di trasporto tattico, evacuazione sanitaria e ricognizione al suolo.
Rientrati dalla missione in Afghanistan, gli elicotteri e parte degli equipaggi della 604^ Squadriglia Combat SAR, pur rimanendo in organico allo Stormo vengono dislocati sulla base di Grazzanise affiancando i velivoli del  XXI Gruppo  Elicotteri del 9° Stormo Operazioni Speciali.

North American T-6 Texan (Arch. Liverini)
Lockheed T-33A (Arc.Fassari)
SIAI 208M Foto A.Bidini/Jetphotos)
MB – 326 (Arch. EuroDemobbed)
Agusta Bell A.B-212, 4-66 (Lab.fot.4°Stormo)