VISITA GEN. CAMPORINI E GEN. BERNARDIS

Mercoledi 5 gennaio 2011 il Capo di Stato Maggiore della Difesa Gen.S.A. Vincenzo Camporini accompagnato dal Gen.S.A. Giuseppe Bernardis Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, e’ in visita ufficiale al 4° Stormo di Grosseto. All’aeroporto il Gen. Camporini viene  ricevuto dal Gen.B.A. Enzo Vecciarelli Comandante delle Forze da Combattimento e dal Col. Michele Morelli Comandante del 4° Stormo. Dopo aver assistito al briefing, il Gen. Camporini  va in volo con l’ Eurofighter simulando una missione di intercettazione.  La visita termina con la firma sull’Albo d’Onore dello stormo.

ESERCITAZIONE WINTER HIDE 2011

Dallo scorso 17 Gennaio sono rischierati al 4°Stormo di Grosseto , undici caccia F-16 e circa 100 militari – tra piloti, specialisti e tecnici – della Royal Danish Air Force (RDAF). L’esercitazione ‘Winter Hide 2011’ è stata organizzata nell’ambito di un accordo bilaterale tra i due Paesi allo scopo di ottimizzare l’addestramento avanzato al combattimento aereo tra i piloti della Royal Danish Air Force ed i colleghi italiani del 4° Stormo.
Martedì 2 Febbraio, in occasione del ‘Media Day’, rivolto prevalentemente alle testate locali e specializzate, il Comandante dello Stormo, Colonnello Michele Morelli, ha affermato che “questa esercitazione è stata una fantastica opportunità per rivedere e consolidare le procedure operative standard (SOP) che da anni accomunano tutti i piloti da caccia della NATO e per validare le tattiche d’impiego del velivolo Eurofighter”.
Gli F16-AM della Royal Danish Air Force sono normalmente di stanza a Skrydstrup, a circa cinquanta chilometri dal confine con la Germania. Il principale compito del ‘Fighter Wing Skrydstrup’ consiste nella sorveglianza dello spazio aereo danese. In ambito internazionale sono inseriti nella NATOs High Readiness Force (HRF).
L’F-16 è il caccia più diffuso ed usato al mondo tanto da essere considerato, da oltre 30 anni, uno dei velivoli da combattimento più versatili. Gli Stati Uniti, la Danimarca, l’Olanda, la Norvegia, il Belgio e l’Italia sono solo alcuni dei Paesi che lo hanno in dotazione.
Fonte Aeronautica Militare

CAMBIO VERTICE STATO MAGGIORE DIFESA

Il 18 gennaio 2011 a Vigna di Valle, in occasione della cerimonia di cambio Comando al vertice della forza armata tra il Gen.S.A. Vincenzo Camporini uscente e il Gen.S.A. Biagio Abrate subentrante, tre Eurofighter del 4° Stormo sorvolano il lago di Bracciano.

EUROFIGHTER 100.000 ORE DI VOLO

Nel mese di Gennaio gli Eurofighter in servizio nelle forze aeree di Italia, Germania, Regno Unito, Spagna, Austria e Arabia Saudita hanno raggiunto il traguardo delle 100.000 ore di volo. 
Questa importante pietra miliare è stata celebrata Martedì 25 Gennaio presso la sede di Eurofighter a Monaco, in Germania, con un evento che ha visto la partecipazione di rappresentanti del programma Eurofighter, dell’agenzia NATO NETMA che si occupa della gestione del programma, nonché di alti ufficiali delle forze aeree che hanno in servizio il velivolo. Per l’Italia era presente il Sottocapo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, Generale di Squadra Aerea Maurizio Lodovisi. 
In Italia, gli Eurofighter sono in servizio in quattro Gruppi Volo Caccia intercettori, il 9° e il 20° presso il 4° Stormo di Grosseto, e il 10° e 12° presso il 36° Stormo di Gioia del Colle (Bari). Con gli Eurofighter, e con i caccia F-16 del 37° Stormo di Trapani, l’Aeronautica Militare assicura la sorveglianza continua, 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, dello spazio aereo nazionale.
Fonte Ufficio Pubblica Informazione

Eurofighter EF 2000 4-6 MM 7295 “100.000 (arc.Aeromedia)

VISITA GEN. MARIO ROGGIO

Martedì 8 Febbraio, il Generale di Corpo d’Armata Mario Roggio, Direttore Generale per il Personale Militare (DGPM), accompagnato dai Vice Direttori, Generale di Divisione Aerea Roberto Zappa e Ammiraglio di Divisione Raffaele Caruso, insieme ad una delegazione composta da 58 persone hanno effettuato una visita al 4° Stormo ‘Amedeo d’Aosta’ di Grosseto. 
La delegazione, arrivata con un velivolo C-130J della 46^ Brigata Aerea di Pisa, è stata ricevuta dal Colonnello Michele Morelli, Comandante dello Stormo che, dopo il saluto di benvenuto, ha illustrato l’organizzazione e l’attività del Reparto, con particolare riferimento agli impegni operativi dello Stormo.
Il personale della Direzione Generale ha assistito ad uno scramble e, al termine, ha visitato i IX e il 20° Gruppo Volo nonchè il 904° Gruppo Efficienza Aeromobili.  (Fonte Aeronautica Militare)

ESERCITAZIONE MEDIA DAY

Il 21 febbraio a Grosseto si svolge l’esercitazione Media Day. Obiettivo e’ rivedere e consolidare le procedure operative standard (S.O.P.) comuni a tutti i piloti da caccia della NATO e validare le tattiche d’impiego del velivolo Eurofighter. 

SALONE AERONAUTICA AERO INDIA 2011

Con l’atterraggio sulla base di Grosseto del secondo dei velivoli Eurofighter che hanno preso parte a Bangalore (India) al salone aeronautica ‘Aero India 2011’, si è ufficialmente conclusa venerdì 18 Febbraio la missione in India che ha portato per la prima volta i caccia italiani a rischierarsi in un Paese così lontano dell’Est del mondo. L’Aeronautica Militare aveva ricevuto solo alcuni mesi fa l’invito a prendere parte al prestigioso salone aeronautico indiano per effettuare alcune presentazioni in volo del velivolo Eurofighter, di potenziale interesse per l’Indian Air Force. 
La missione in India è stata pianificata in brevissimo tempo e vi hanno preso parte poco più di trenta persone tra piloti, specialisti e personale di supporto  che si sono avvalsi dell’ausilio di due velivoli C-130J della 46^ Brigata Aerea di Pisa per il trasporto di mezzi e materiali necessari al rischieramento. Sono stati effettuati alcuni scali tecnici in Grecia, Giordania, Qatar, Emirati Arabi e India del Nord, per consentire il rifornimento di carburante dei velivoli. 
Il ‘flying display’ è stato curato, come da consuetudine, da un ‘test pilot’ del Reparto Sperimentale di Volo (RSV) di Pratica di Mare (Roma). Nei 4 giorni del salone, dal 9 al 13 Febbraio, il caccia Eurofighter ha effettuato, senza problemi, due presentazioni al giorno di circa 7 minuti l’una. Nei giorni del salone indiano la  componente dell’Aeronautica Militare ha ricevuto la visita dell’on. Guido Crosetto, Sottosegretario di Stato alla Difesa, che nell’occasione è stato accompagnato dal Generale di Squadra Aerea Giuseppe Bernardis, Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare. A Bangalore erano inoltre presenti il dott. Giorgio Zappa, Direttore Generale di Finmeccanica, ed il dott. Enzo Casolini, Amministratore Delegato del Consorzio Eurofighter.
Fonte Ufficio Pubblica Informazione

Bangalore, in piedi da sinistra: Magg. pil. Moris Ghiadoni, T.Col. Marco Bertoli. Accovacciati da sinistra: P.M. Maurizio Gaudino, P.M. Domenico DeMaio. (arc. Bertoli)

La Winter Hide è ancora in corso e un’altra sfida viene lanciata al 4° Stormo: portare due Eurofìghter a Bangalore, in India. Il brevissimo preavviso e le limitazioni imposte rendono l’ impresa molto più insidiosa di quanto non possa sembrare. Alla base dell’ esigenza esistono valori imprescindibili quali il vanto nazionale, la capacità dell’ industria italiana, la versatilità, la flessibilità e la preparazione dei piloti e degli specialisti… tutte ragioni valide impongono di accettare. Mai ci si era spinti tanto ad est con un caccia, mai l’ importanza di un’ impronta logistica ridotta al massimo era stata cosi estremizzata, mai ci si era trovati a ripianificare, a pochi minuti dalla partenza, una traversata intercontinentale… 
Poche ore prima del decollo infatti la crisi egiziana del febbraio 2011 dilaga al punto da rendere impossibile l’ atterraggio a Cairo West. Rimandare non si può, cancellare men che meno… 
“Flexibility is thè key to air power” (La flessibilità è la chiave del potere aereo): questo il motto con cui sono cresciute generazioni di piloti… Appellandosi, quindi, a una notevole dose di buon senso, coraggio, sfacciataggine e, perché no, …alla Madonna di Loreto, l’Aeronautica si presenta in India “on time”, battendo ogni record in termini logistici, e dimostrando al mondo l’efficienza e le capacità del velivolo Eurofighter

Col.pil. Michele Morelli Comandante del 4°Stormo

ULISSE IL PIACERE DELLA SCOPERTA

Nello stesso mese di febbraio il popolare conduttore televisivo Alberto Angela, va in volo con il Comandante del 4°Stormo Col. Morelli per un documentario sull’Eurofighter che verrà trasmesso su RAI 3 il 7 maggio 2011 nella rubrica Ulisse il piacere della scoperta. Il numero di carrozzella dell’Eurofighter su cui ha volato è 4 – 35.

(arc.Lab.Foto 4°Stormo)

La sensazione è quella di una mano invisibile che ti schiaccia progressivamente con forza contro il sedile. Ti senti imprigionato nella potenza del caccia. Si tratta di pochi secondi ma non li scorderai facilmente. Più il Typhoon corre sulla pista e più questa pressione aumenta. Ti chiedi come l’Eurofighter possa sviluppare una simile energia…ma non hai tempo di trovare una risposta: il caccia si è già staccato dal suolo ed è in salita verticale. La pista e l’aeroporto si sono rimpicioliti con incredibile rapidità.
Alberto Angela

CRISI LIBICA

La missione in Oriente e’ appena terminata quando scoppia la crisi libica che sfocia in un conflitto tra e forze lealiste di Mu’ammar Gheddafi e quelle dei rivoltosi, riunite nel Consiglio nazionale di transizione.  L’intervento militare in Libia del 2011  inizia il 19 marzo ad opera di alcuni paesi aderenti all’Organizzazione delle Nazioni Unite autorizzati dalla risoluzione 1973 del Consiglio di sicurezza dell’ONU che nel marzo dello stesso anno, istituisce una zona d’interdizione al volo sul Paese nordafricano ufficialmente per tutelare l’incolumità della popolazione civile dai combattimenti. Gli attacchi, inizialmente portati avanti autonomamente dai vari paesi che intendevano far rispettare il divieto di sorvolo, sono unificati il 25 marzo sotto l’operazione Unified Protector a guida NATO. La coalizione, composta inizialmente da Belgio, Canada, Danimarca, Italia, Francia, Norvegia, Qatar, Spagna, Regno Unito e USA, si è espansa nel tempo fino a comprendere 19 stati, tutti impegnati nel blocco navale delle acque libiche o nel far rispettare la zona d’interdizione al volo.  L’impiego italiano e’ di contribuire a partire dal 20 marzo 2011 in rispetto alla risoluzione ONU, ad alimentare la Task Group Air Birgi costituita sulla base di Trapani per coordinare le attività aeree in supporto delle operazioni Odissey Dawn, prima e Unified Protector quando il 30 marzo la gestione della campagna passera’ sotto l’egidia della NATO
Il personale del IX, 20°, 10°, 12° e 36°Stormo sono impegnati  in zona d’operazioni in missioni GAP (Combat Air Patrol), pronti a intercettare  qualsiasi velivolo che violi la No Fly Zone senza tuttavia trascurare la protezione dei cieli italiani 
L’ Eurofighter ha da poco concluso il periodo di prontezza NRF 15 (NATO Response Force) e per la prima volta un velivolo della Difesa Aerea italiana viene assegnato alla NATO per essere impiegato, con 20 giorni di preavviso, ovunque nel mondo ve ne sia bisogno. 
I combattimenti sul suolo libico tra il Consiglio nazionale di transizione e le forze di Gheddafi terminano nell’ottobre 2011 in seguito alla morte del Ra’is e conseguentemente, la NATO ha cessa ogni operazione il 31 ottobre: in poco piu’ di tre mesi sono state volate piu’ di mille ore, le prime mille con l’Eurofighter in operazioni reali.

Trapani Birge, piloti del 4°Stormo (Arc. Bertoli)

Grosseto, 19 marzo 2011, 7.44 p.m. «Michele, i numeri che vi abbiamo chiesto vanno raddoppiati!». La voce del comandante delle Forze da Combattimento suona grave, ferma e determinata. Sa che ciò che sta chiedendo al 4″ Stormo è uno sforzo enorme, non pianificato, ma la situazione lo richiede. Poco dopo la risoluzione 1973 dell’ONU, la Francia ha attaccato la Libia del Colonnello Gheddafi. Ancora una volta la culla del Mediterraneo è al centro dell’attenzione internazionale. Le coste italiane sono a poche miglia, e sono ancora vivi i ricordi del proditorio tentativo di Gheddafi di colpire Lampedusa….

STRETTO DI SICILIA  30 MARZO 2011, 4.58 a.m.

La sveglia suona a un’ ora insolita, e ha un sapore decisamente diverso. Anni di addestramento per rendere questi momenti naturali, per evitare che l’ emozione abbia il sopravvento. Ciò nonostante leggere nel task di sorvegliare gli aeroporti di Umm’Aitiqah e Okba Ibn Nafa, inevitabilmente qualche emozione la da… 
Il briefing è quello di sempre, ma questa volta alcune informazioni assumono una vitale rilevanza: la missione è in territorio ostile. Le prime luci dell’alba cominciano ad affiorare timide e assonnate, e gli Eurofighter, perfettamente allineati sul piazzale, ne riflettono i colori tiepidi e avvolgenti. I “Remove before flight” sventolano numerosi: mai nella sua storia il Typhoon era stato armato così tanto. Pistola d’ ordinanza, sterline d’ oro, carta del prigioniero, tutto è pronto. Ogni pilota parla al suo aeroplano, lorispetta, lo accarezza durante i controlli. Come un cavaliere fa col suo destriere, il pilota condivide col velivolo ciò che sta per accadere… 
Col.pil. Michele Morelli Comandante del 4°Stormo

In un momento cosi’ difficile a livello internazionale voglio manifestare a nome di tutta la citta’ di Grosseto la vicinanza ai militari di stanza al 4° Stormo impegnati in questi giorni nell’intervento in Libia. Al di la’ del giudizio personale, al di la’ del giudizio politico, qualunque esso sia, e’ un dato di fatto che molti nostri concittadini sono stati chiamati in un’operazione delicata, che fara’ stare in apprensione numerose famiglie grossetane. Del resto il ruolo dell’aeroporto militare cittadino e’ diventata negli anni sempre piu’ strategico nella difesa del territorio nazionale; ne sono una dimostrazione gli ingenti investimenti previsti a livello nazionale. Cosi’ come ha affermato il nostro Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano siamo vicini ai nostri militari ed in particolare agli uomini del 4° Stormo chiamati a svolgere il loro dovere: sia a quelli che gia’ hanno raggiunto le basi aeree direttamente interessate da questa operazione, sia a quelli che stanno dando il contributo dalla base grossetana.
Emilio Bonifazi, sindaco di Grosseto

VISITA GEN. TIZIANO TOSI

Domenica 24 aprile il Gen.S.A. Tiziano Tosi Comandante della Squadra Aerea da cui dipendono i reparti impegnati nelle operazioni contro la Libia, effettua una visita presso il 37° Stormo di Trapani Birgi.

Trapani Birge, il Gen.S.A. Tosi saluta il Magg. Saglia del IXGruppo. In secondo piano T.Col. Pil. Trincone comandante del 12°Gruppo, (arc. Lab.foto 4°Stormo)

CORSO MARTE, LEONE E IBIS ION VISITA AL 4° STORMO

Tra Giugno e Ottobre, i frequentatori dei corsi “Marte, Leone e Ibis V” hanno svolto esperienze presso diversi Reparti operativi della F.A.
L’articolato iter formativo previsto per i frequentatori dei corsi regolari dell’Accademia Aeronautica di Pozzuoli prevede l’effettuazione di un ciclo di visite conoscitive presso Enti e Reparti aeronautici per consentire agli allievi di toccare con mano l’attività operativa della Forza Armata.  Quest’anno sono stati gli accademisti dei corsi “Marte V”, “Leone V” e “Ibis V” a vivere questa esperienza formativa visitando acuni dei Reparti di punta dell’Aeronautica Militare, tra cui il  4° Stormo di Grosseto, il 9° Stormo di Grazzanise, il 15° Stormo di Cervia, il 16° Stormo di Martina Franca, il 31° Stormo di Ciampino, il 32° Stormo di Amendola, il 36° Stormo di Gioia del Colle, il 37° Stormo di Trapani, il 41° Stormo di Sigonella, la 46^ Brigata Aerea di Pisa, il 51° Stormo di Istrana, il 61° Stormo di Lecce, il 72° Stormo di Frosinone e alcuni Enti basati sull’aeroporto di Pratica di Mare. 
Le visite sono state organizzate tenendo conto della categoria/specialità di appertenenza degli allievi; così, alcuni di essi hanno condiviso le attività svolte quotidianamente dal personale addetto al supporto logistico ed operativo, mentre altri hanno seguito le attività prettamente connesse all’attività di volo, incluse quelle attinenti al servizio meteorologico e del traffico aereo.
Fonte Pubblica Informazione

ESERCITAZIONE NOTHERN VIKING 2011

Da giovedì 2 a venerdì 10 Giugno quattro caccia Eurofighter e un KC-130J dell’Aeronautica Militare assieme al Reggimento ‘San Marco’ della Marina Militare, per la prima volta in addestramento congiunto in Islanda nell’aeroporto di Keflavik. 
Il personale militare è partito dall’aeroporto di Pratica di Mare (Roma) dove è stato trasportato, per la prima volta, con il Boeing 767-A con la figurazione per il trasporto passeggeri.
La ‘Northern Viking 2011’ (NV 11) è una esercitazione interforze basata su un trattato bilaterale tra il Governo Islandese e l’European Command (USEUCOM) per addestrare le componenti nella fase di deployment, employment e redeployment delle Forze di Risposta in un’area di crisi. 
L’obbiettivo dell’esercitazione anche alla luce degli attuali impegni delle Forze Armate nei Teatri Operativi all’estero, è quello di addestrarsi ad operare in modo perfettamente integrato con gli altri assetti multinazionali attualmente coinvolti in operazioni reali.
Tale addestramento è inoltre un’occasione importante per sviluppare la capacità di rischierare a notevole distanza dall’Italia i propri assetti, in condizioni ambientali spesso molto diverse da quelle presenti sul territorio nazionale, unità complesse capaci di inserirsi efficacemente all’interno di moderni contesti operativi.
La ‘Northern Viking 2011’ si configura come uno scenario realistico utile a  sviluppare l’integrazione e la sinergia degli assetti aerei presenti per lo svolgimento di operazioni aeree e navali complesse, con una particolare attenzione alla validazione delle tattiche relative al supporto aereo.
Durante l’esercitazione infatti, equipaggi di volo lavoreranno a stretto contatto con quelli delle forze navali, provando ‘sul campo’ le tattiche più appropriate per gli attuali Teatri Operativi. I quattro caccia Eurofighter ed il KC-130J opereranno in tale contesto, conformemente alle proprie capacità operative, in missioni articolate, tra le quali COMAO (Combined Air Operations), DCA/OCA (Conduct Defensive and Offensive Counter-Air Operations), ASFAO (Anti-Surface Force Air Operations) e AAR (Air to Air Refueling).
La componente marittima è composta da Unità navali provenienti da Danimarca, Norvegia e Islanda. Lo scenario della ‘NV11’ prevede, tra l’altro, la possibilità di effettuare anche dei boarding cooperativi e non; per l’occasione una componente di Fanti di Marina della Compagnia Operazioni Navali del Reggimento ‘San Marco’, si imbarcherà, in qualità di ‘security team’, a bordo della Nave Danese HDMS Hvidbjoernen. La Marina Militare sarà presente anche con un team EOD (Explosive Ordnance Disposal) del Gruppo Operativo Subacquei del Comando Subacquei ed Incursori.
Le Nazioni che parteciperanno all’esercitazione saranno l’Islanda, gli Stati Uniti, l’Italia, la Norvegia, la Finlandia e la Danimarca, verranno inoltre impiegati 2  velivoli AWACS (Airbone Warning And Control System) della NATO per l’azione di Comando e Controllo.
Fonte Ufficio Pubblica Informazione

(arc. Lab.foto 4°Stormo)

AIR SHOW KOKSIJDE

Il 6 e 7 luglio 2011  il Typhoon 4-12 è presente in mostra statica sulla base aerea di  Koksijde (Belgio) per l’ International Air Show .

CAMBIO COMANDO FORZE DI COMBATTIMENTO

Venerdi’ 15 luglio il Col. Morelli presenzia presso la 1^Regione Aerea di Milano alla cerimonia del cambio al vertice del Comando delle Forze di Combattimento (CFC). Al Gen.D.A. Roberto Nordio subentra il Gen.D.A. Enzo Vecciarelli gia’ comandante del 4° Stormo dal 02/09/1999 al 11/07/2002

VISITA GEN. TIZIANO TOSI

Lunedì 29 Agosto il Generale di Squadra Aerea Tiziano Tosi, Comandante della Squadra Aerea, accompagnato dal Generale di Brigata Aerea Roberto Nordio, Comandante delle Forze da Combattimento, si è recato in visita al 4° Stormo di Grosseto e al 36° Stormo di Gioia del Colle (BA). 
L’attività, che si è svolta nell’ambito del consueto iter conoscitivo dei reparti dipendenti, ha consentito al Generale Tosi di approfondire nel dettaglio le specifiche realtà operative e logistiche dei due Stormi, ed ha costituito un importante momento d’incontro con i piloti che hanno preso parte alle operazioni in Libia e che hanno garantito il rispetto della “no-fly zone”  imposta dalle Nazioni Unite con la risoluzione 1973.
La visita al 4° Stormo è stata caratterizzata da alcuni incontri con il personale; in particolare, il Comandante della Squadra Aerea ha avuto modo dapprima di rivolgersi al personale del Ruolo Navigante, quindi di confrontarsi coi delegati del Comitato di Base della Rappresentanza del personale militare (COBAR) e con la Rappresentanza Sindacale Unitaria dei dipendenti civili (RSU). A seguire il Colonnello Michele Morelli, Comandante del 4° Stormo, ha dapprima illustrato l’attività operativa del Reparto, alla presenza dei Comandanti dei Gruppi dipendenti, per poi accompagnare le autorità all’interno delle diverse infrastrutture del Reparto (IX Gruppo, 20° Gruppo, 904° G.E.A. – Gruppo Efficienza Aeromobili). 
La visita si è conclusa con la firma dell’Albo d’Onore da parte del Generale Tosi, che è partito alla volta di Gioia del Colle. 
Nel pomeriggio, il Comandante della Squadra Aerea e il Comandante delle Forze da Combattimento, si sono trasferiti al 36° Stormo dove, al pari di quanto accaduto a Grosseto, il Generale Tosi ha incontrato il Comandante di Stormo, Col. Giovanni Balestri, e tutto il personale navigante, concludendo poi la visita con la firma dell’Albo d’Onore. (Fonte Aeronautica Militare)

CAMBIO COMANDO IX GRUPPO 
30 agosto 2011 il T. Col.Marco Bertoli cede il Comando del Gruppo al MAGG. PIL. MORIS GHIADONI (EF-2000)

Mercoledì 31 agosto, presso il 4° Stormo di Grosseto, si è svolta la cerimonia presieduta dal Comandante di Stormo, Colonnello Michele Morelli, di cambio di comando del IX Gruppo tra il Tenente Colonnello Marco Bertoli (Comandante uscente) e il Maggiore Moris Ghiadoni (Comandante subentrante). 
Alla cerimonia hanno partecipato, oltre ai numerosi ospiti militari e civili, tutto il personale del “meraviglioso” IX Gruppo e una cospicua aliquota del personale in forza al Reparto. 
Il Tenente Colonnello Bertoli, nel suo discorso di commiato, ha sottolineato come questo suo periodo di comando sia stato ricchissimo di impegni e soddisfazioni, ricordando in particolare la certificazione NATO Response Force (NRF) rilasciata al Gruppo in seguito a valutazione NATO.
Il Maggiore Ghiadoni, nell’assumere il comando del Gruppo, si è detto innanzi tutto orgoglioso del nuovo prestigioso incarico e ha espresso l’intento di dare continuità al lavoro sinora svolto e ai risultati conseguiti dal Gruppo, mantenendo saldi il senso del dovere e dell’appartenenza del personale del “meraviglioso”.


80°ANNIVERSARIO 4°STORMO – Gorizia 1 e 2 settembre

Il 1° giugno 1931 sull’ aeroporto di Campoformido, veniva costituito in forma provvisoria il 4° Stormo Caccia. Il 9 settembre il 10° Gruppo veniva trasferito sull’ aeroporto di Merna seguito il 28 dello stesso mese dal IX Gruppo e dal Comando Stormo.
Ad ottanta anni dalla costituzione, l’ Associazione Culturale 4° Stormo organizza un incontro con il comandante Col. Michele Morelli e con i sindaci di Gorizia e Grosseto. All’ evento hanno dato il proprio contributo SAI Ambrosini orologi e Cristiano di Thiene.

CAMBIO COMANDO 904 G.E.A. 
12 settembre 2011 il Col. G.A.r n Filippo Trigilio cede il Comando del G.E.A. al T.COL. rn MASSIMILIANO TORBIDONI

80° ANNIVERSARIO 4° STORMO – Grosseto 16 settembre

Il 16 settembre viene celebrato sull’ aeroporto di Grosseto l’ ottantesimo anniversario del 4° Stormo in contemporanea con il XXV Raduno dei Veci. All’ importante evento partecipa il Gen. S.A. Tiziano Tosi, comandante del 4° Stormo dal 30 luglio 1991 al 13 luglio 1993, il Col. Morelli, il sindaco di Grosseto Bonifazi e la dott.ssa Donati in rappresentanza del sindaco di Gorizia. Per l’ Associazione Culturale 4° Stormo sono presenti il presidente Chianese e il segretario Cocianni.

(arc. Lab. Foto 4°Stormo)

SCRAMBLE

Il 23 ottobre 2011 alle ore 13,15 circa, due caccia F-2000 Eurofighter decollano su ordine di ‘scramble’ per intercettare un velivolo da turismo decollato senza piano di volo da Eisenach (Germania) ed entrato, in assenza di contatto radio con gli enti del controllo del traffico aereo, nello spazio aereo sloveno. La missione dei due caccia, che nel frattempo avevano raggiunto la Slovenia, si è conclusa con il rientro alla base toscana.

ESERCITAZIONE VEGA 2011

Da lunedì 24 a venerdì 28 ottobre velivoli dello stormo sono impegnati sulla base aerea di Decimomannu (Ca) nell’ esercitazione multinazionale VEGA 2011. Obiettivo è quello di condividere conoscenze ed esperienze a livello tattico nell’ambito di scenari del tipo Crisis Response Operations (CRO).

4 NOVEMBRE FESTA FORZE ARMATE

Il Comando aeroporto dispone delle visite guidate all’archivio storico e a Spoleto allestisce uno stand espositivo.

VISITA UFFICIALI FREQUENTATORI ISSMI

Giovedì 17 novembre, un gruppo di ufficiali superiori appartenenti alle diverse FF.AA. frequentatori del 14° Corso ISSMI (48 ufficiali italiani e 8 stranieri), accompagnati dall’ Ammiraglio di Divisione Salvatore Coppola, direttore dell’ Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze, e dal Gen.B.A. Giorgio Russo, sono in visita d’ istruzione al 4° Stormo. Dopo aver assistito alla simulazione di uno scramble, gli alti Ufficiali accompagnati dal Comandante Col. Morelli visitano  i Gruppi Volo, (IX, 20° e il 904° Gruppo Efficienza Aeromobili)  e la nuovissima Palazzina Air Synthetic Training Aids (A.S.T.A.), futura sede del 20° Gruppo.

VIVI LE FORZE ARMATE

Dal 14 al 25 novembre lo Stormo ospita 21 giovani che partecipano alla sessione autunnale del corso Vivi le Forze Armate – Militare per tre settimane. I partecipanti possono cosi’ vivere la realtà operativa dei loro coetanei che scelgono di prestare un anno di servizio militare in qualità di volontari in ferma prefissata ed ai quali sono stati a tutti gli effetti equiparati.

ESERCITAZIONE DESERT DUSK 2011

Dal 5 al 15 dicembre velivoli Typhoon del 4°e 36° Stormo e i Tornado ECR del 50° Stormo sono rischierati sulla Base Aerea di Ovda (Israele), nel deserto del Neghev per l’ esercitazione congiunta con la Israeli Air Force (I.A.F.) Desert Dusk 2011 .
Nell’esercitazione sono impegnati complessivamente circa 25 velivoli. Gli assetti dell’Aeronautica Militare con 150 militari svolgono circa 100 missioni di volo.

(arc.Lab.Foto 4°Stormo)

IL CORSO PHOENIX IN VISITA AL 4° STORMO

19 dicembre 2011. Giovedì 15 Dicembre, gli allievi Marescialli dell’Aeronautica Militare del corso “Phoenix”, categoria costruzioni aeronautiche, si sono recati in visita presso il 4° Stormo di Grosseto.
La visita rientra nell’ambito delle attività previste dal Piano degli Studi per gli allievi marescialli in istruzione presso la Scuola Marescialli/Comando Aeroporto di Viterbo.
Dopo aver salutato il Colonnello Morelli, Comandante del 4° Stormo, il gruppo, accompagnato dal Tenente Colonnello Luigi Grassi, Comandante di corso, si è diretto in linea volo dove, attraverso la guida dell’esperto personale del Gruppo Efficienza Aeromobili (GEA), ha potuto osservare da vicino, in tutti i suoi particolari, il velivolo Eurofighter.
Un’occasione importante e altamente formativa per i giovani che da poco hanno concluso i corsi di Aerodinamica e di Motori per Aeromobili.
Nel corso della visita gli allievi hanno avuto anche la possibilità di accedere alla sala equipaggiamento, dove i piloti indossano le speciali tute prima del volo, e ai simulatori di volo.Al termine della giornata, gli allievi hanno consegnato il crest del corso “Phoenix” al Colonnello Morelli.
Fonte Scuola Marescialli A.M. Viterbo

(arc. Lab.foto 4°Stormo/corso marescialli)