ESERCITAZIONE DISSIMILAR AIR COMBAT TRAINING (DACT 2017)

Dal 16 al 27 gennaio Eurofighter del 4°, 36° e 37°Stormo, supportati dai  trasporti C-130J Hercules e dagli aerei da rifornimento in volo KC-767A, prendono parte all’esercitazione Dissimilar Air Combat Training (DACT 2017), organizzata dall’Ejercito del’Aire presso la base aerea di Gando Las Palmas (Isole Canarie), Spagna. 
Scopo di questa esercitazione è di formare le capacità della struttura di comando e controllo del Mando Aéreo de Combate (Macom) e di aumentare il livello di prontezza operativa al combattimento aria-aria delle unità caccia dell’aeronautica militare spagnola e delle unità straniere invitate.
L’esercitazione DACT si svolge in due fasi. La prima teorica comprende una serie di conferenze sull’integrazione delle forze, finalizzate alla conoscenza degli aeromobili coinvolti nelle operaziono volo, alla sicurezza in volo e alle tecniche di combattimento al fine di completare l’addestramento svolto durante le missioni aeree.
La seconda è la fase pratica che vede l’implementazione di svariati scenari operativi conun numero sempre crescente di aeromobili impegnati, che migliorano l’interoperabilità tra le unità partecipanti, le tattiche di combattimento, le tecniche e le procedure utilizzate in questo tipo di missioni.
I velivoli italiani hanno compiuto 38 missioni per più di 75 ore di volo assicurandoil 100% dell’efficienza dei caccia per tutto il periodo dell’esercitazione. 

(arc. Lab. Foto 4°Stormo)

SERVIZIO D’ALLARME A ISTRANA

Istrana (TV), 18 gennaio 2017 – Sono atterrati stamani ad Istrana (TV) due velivoli  Eurofighter F-2000 del 4° Stormo di Grosseto che a partire da domani, giovedì 19 gennaio, attiveranno una cellula d’allarme di difesa aerea.  
La presenza degli F-2000 presso il 51° Stormo di Istrana, che subentra ad una analoga cellula schierata fino ad oggi presso la base di Cameri, rientra in una visione strategica dello strumento aereo che, in un’ottica di generale riduzione dei tempi di intervento e di tempestivo contrasto di eventuali minacce di tipo ibrido, mira ad impiegare capacità operative già disponibili al fine di incrementare l’attuale dispositivo di Difesa Aerea, in aggiunta alle attuali misure di contrasto alle minacce di tipo renegade.
Il 51° Stormo  ha provveduto in tempi rapidissimi nel ricondizionamento di alcune infrastrutture nonché degli impianti necessari ad assicurare il pieno supporto tecnico logistico delle attività operative dei velivoli.
Fonte Cap. Marco Barone

(arc.Lab.foto 4°Stormo)

IL COMANDANTE GALBUSERA FESTEGGIA 100 ANNI

Giovedi 16 febbraio, presso il Comando Stormo viene festeggiato il Comandante Giancarlo Galbusera, l’ ultimo pilota vivente del 4°Stormo che ha combattuto durante la seconda guerra mondiale.

da: Il Giunco (arc. Lab.foto 4°Stormo)

SOLIDARIETA’ PER I TERREMOTATI DI CALDAROLA

Pochi giorni dopo il terribile terremoto di domenica 30 ottobre 2016 Padre Stefano Tollu, cappellano militare del IV Stormo, e il T.Col. Alfio Lombardo visitarono il paese di Caldarola, rendendosi conto personalmente dei gravi danni inferti dal sisma. A quattro mesi di distanza i due sono tornati per consegnare una somma di denaro frutto della solidarietà dei militari del 4°Stormo e del III Reggimento Cavalleria Savoia.

Siamo riusciti a coinvolgere i soldati del 4°Stormo di Grosseto, del III Reggimento Cavalleria “Savoia”, del Centro Militare Veterinario raccogliendo circa 10 mila euro che sono stati donati all’Istituto De Magistris. E’ nostro desiderio che i bambini che frequentano questa scuola possano avere attività extra scolastiche molto importanti per il loro benessere psicofisico. 
Don Stefano Tollu, cappellano 4°Stormo

AIR POLICING ISLANDA 2017
23 marzo – 14 aprile 2017

Sei velivoli caccia intercettori Eurofighter del 4°, 36° e 37° Stormo dell’Aeronautica Militare, decollati dall’aeroporto militare di Grosseto, sono atterrati all’aeroporto di Keflavik in Islanda per dare  il via all’operazione NATO Interim Air Policing in Islanda, denominata “Northern Ice“. L’operazione ha come obiettivo quello di preservare l’integrità dello spazio aereo della NATO, rafforzando l’attività di sorveglianza dei cieli  dell’Islanda che non possiede capacità e strutture per la difesa aerea autonoma. L’Italia come altri Paesi hanno assunto quindi questo impegno nell’ambito dell’Alleanza.
Gli assetti italiani pertanto assicureranno il Servizio di Sorveglianza dello Spazio Aereo Islandese fino alla metà del mese di aprile, conducendo, nel frattempo, attività addestrativa congiunta con il personale della Icelandic Coast Guard.
Il rischieramento in Islanda è una missione, operativa e addestrativa allo stesso tempo, che concretizza lo spirito di solidarietà tra i membri dell’Alleanza Atlantica e permette, inoltre, di mantenere e testare delle procedure standardizzate di sicurezza in ambito NATO” ha dichiarato il Generale Claudio Graziano, Capo dello Stato Maggiore della Difesa, aggiungendo che “questa difesa aerea congiunta nel settore islandese è un chiaro esempio di gestione razionale e condivisione delle risorse disponibili tra i vari Paesi della NATO”.
All’operazione prende parte anche il personale tecnico e logistico e un team di Controllori della Difesa Aerea del Comando Operazioni Aeree di Poggio Renatico e del 22° Gruppo Radar di Licola (Na) che assicurerà la gestione tattica dell’operazione garantendo il servizio di sorveglianza, riporto e controllo nell’Aerea di Responsabilità (AOR – Area of Responsability) ed i collegamenti con il CAOC (Combined Air Operation Center) di Udem. La Force Protection del distaccamento italiano sarà assicurata dal personale del 16° Stormo “Fucilieri dell’Aria” dell’Aeronautica Militare di Martina Franca (TA).
La Task Force Air (TFA) costituita sulla Base aerea di Keflavik (ISL) grazie un Advanced team logistico partito qualche giorno prima, sarà  alle dirette dipendenze del Comando Operativo di Vertice Interforze (C.O.I.).
Fonte Ten. Simone Antonetti

(arc. Lab.foto 4°Stormo)

ADDESTRAMENTO FRECCE TRICOLORI

Il 30 marzo 2017 le Frecce Tricolori, in vista dell’inizio della nuova stagione acrobatica, si reca sull’aeroporto di Grosseto per addestrarsi in un scenario diverso da quello di casa. 

(arc. Lab. Foto 4° Stormo-frecce tricolori)

SEMINARIO SICUREZZA VOLO

Il 7 aprile 2017 presso il 4° Stormo, si tiene il seminario sicurezza volo

IL PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI ATTERRA A GROSSETO 

Il 19 maggio 2017, poco dopo le 13.00 il jet con a bordo il Presidente americano Barack Obama e la moglie Michelle atterra all’aeroporto militare di Grosseto. La coppia presidenziale si tratterà in Toscana per un breve periodo di vacanza. 

30^EDIZIONE DEL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO

(arc. Lab.foto 4°Stormo-salone del libro 2017)

Domenica 21 maggio, nell’ambito dello spazio espositivo del Ministero della Difesa alla 30^ edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, l’Aeronautica Militare ha presentato l’ultimo prodotto editoriale della Forza Armata, realizzato in occasione del centenario della nascita della Caccia, in particolare del IX, X, XII, XIII e XVIII Gruppo Caccia.
La presentazione del volume, dal titolo “A la Chasse! 1917 – 2017 dalla Caccia alla Difesa Aerea”, è stata moderata da Chiara Giallonardo, conduttrice televisiva della trasmissione Rai “Linea Verde”, ed ha visto la partecipazione del Generale di Divisione Aerea Silvano Frigerio, Comandante delle Forze da Combattimento, e degli attuali Comandanti dei Reparti centenari. Insieme hanno ripercorso le tappe salienti della nostra storia, soffermandosi su quella che è oggi la missione principale dell’Aeronautica Militare, ovvero la difesa dello spazio aereo nazionale.
Il volume, con il prologo di Alberto Angela, che ha volato a bordo di un Eurofighter del 4°Stormo di Grosseto, descrive l’evoluzione della Caccia, dalle imprese degli “Assi” dell’aviazione nel primo conflitto mondiale ai moderni scenari internazionali sempre più complessi ed altamente tecnologici. Attraverso le immagini del libro e i racconti dei alcuni piloti è stata narrata questa gloriosa storia lunga 100 anni e quel sottile filo che lega il loro attuale impiego alle origini della nobile specialità della Caccia.

foto Marco Balocco Torino (arc. Lab.foto 4°Stormo-salone del libro 2017)

GIURAMENTO 19° CORSO ALLIEVI MARESCIALLI

Giovedì 20 aprile si è tenuta presso la Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare/Comando Aeroporto di Viterbo, la cerimonia di Giuramento solenne del 19° Corso Normale Allievi Marescialli. 
Sempre emozionante il momento del “Lo giuro” reso solenne dal sorvolo di una formazione di Eurofighter del 4° Stormo di Grosseto.

(arc. Lab.foto 4°Stormo)

CORSI DI CULTURA AERONAUTICA
19 – 26 maggio 2017 

Con il supporto del 4°Stormo, sull’ aeroporto di Grosseto si tiene il Corso di Cultura Aeronautica riservato agli studenti delle scuole medie superiori della città.

INCONTRO G 7
26 e 27 maggio 2017 

In occasione del G7 a Taormina, da Trapani sono stati attivati pronti al decollo velivoli Eurofighter del 4°, 36° e 37° Stormo per il controllo e la difesa  dello spazio aereo.

TACTICAL WEAPON MEET

(arc. Lab.foto 4°Stormo)

Dal 07 al 16 giugno, si svolge un’esercitazione su larga scala sulla base aerea di Florennes nelle Ardenne: The Tactical Weapon Meet edizione 2017. 
Questa esercitazione è senza dubbio la più grande mai organizzata sulla base dopo l’ ultima Tactical Leadership Program (TLP ) nel 2009. 
Oltre ai padroni di casa cinque le aeronautiche partecipanti: lo Squadrone 100 della RAF Leeming, l’Eurofighter Typhoon spagnolo e italiano appartenente rispettivamente all’Ala 11 di base a Morón e al 4 ° Stormo di Grosseto, Mig-29A del 23 BLT dell’Aeronautica Militare Polacca con base a Minsk e gli F-4EPhantom II dell’Aeronautica Militare greca appartenenti al 338 Mira con sede ad Andravida.
Questa esercitazione internazionale è stata organizzata nell’ambito del centenario del 1 ° squadrone.
Oltre alla celebrazione dell’anniversario, il Tactical Weapon Meet ha lo scopo di consentire ai vari partecipanti dell’ alleanza all’interno della NATO di condividere varie esperienze che erano in grado di acquisire durante la loro partecipazione ad altre esercitazioni NATO, o nel corso di effettive operazioni effettuate negli ultimi anni. 
Con sede a Florennes per quasi due settimane, i partecipanti hanno perfezionato le tattiche di combattimento ravvicinato durante la prima settimana, evidenziando le notevoli differenze in termini di prestazioni e agilità tra i diversi tipi di macchine coinvolte. 
La seconda settimana ha portato i partecipanti, per lo più giovani leader di coppia, a un livello operativo più elevato per integrare tutte le piattaforme disponibili in esercizi su scala più ampia.

CENTENARIO IX GRUPPO: ALZA BANDIERA SOLENNE

(arc. Lab.foto 4°Stormo)


Il personale del IX Gruppo ha celebrato oggi, di fronte al gagliardetto del gruppo volo ed alla corona ai caduti, i cento anni del “Meraviglioso” con un alzabandiera in forma solenne. Il 10 aprile 1917, infatti, nascevano il IX e il X Gruppo volo, fratelli che tanto hanno vissuto insieme e che ancora oggi vivono nelle file dell’Aeronautica Militare.
Fonte 4°Stormo


CENTENARIO DEI GRUPPI CACCIA
IX – X – XII – XIII – XVII

(arc. Lab.Foto 4°Stormo)

Il 24 giugno presso il 4° Stormo di Grosseto, si tiene il Raduno per il 100° anniversario dei Gruppi Caccia. L’evento ricorda la nascita del IX, X, XII, XIII e XVIII, Gruppi storici dell’Aeronautica Militare che sono stati impegnati in numerosissime attività dalla Prima Grande Guerra ad oggi.

CENTENARIO GRUPPI IX- X – XII – XIII – XVIII – SPECIAL COLOR

(arc. Lab.Foto 4°Stormo)

CENTENARIO GRUPPI IX- X – XII – XIII – XVIII E RADUNO DEI GRUPPI

Il Raduno inizia con la solenne cerimonia dell’ alzabandiera seguito dalla deposizione della corona d’ alloro e il sorvolo degli special color dei cinque gruppi di volo. Interviene quindi il Capo di Stato Maggiore AM Gen. SA Vecciarelli che precede lo scoprimento del simbolo del centenario: una stella a cinque punte a significare i cinque gruppi di volo. Al momento dello scoprimento i cinque special color sorvolano ancora una volta il luogo della cerimonia. Seguirà il display di un Eurofighter della Sperimentale e l’ atterraggio di tutti gli assetti di volo.
A conclusione della giornata, ad ogni gruppo di volo viene consegnato il relativo lo spicchio di stella.

(arc. Lab.foto 4°Stormo)

Sul piazzale dell’ ex 20° Gruppo, in mostra statica un Eurofighter e l’ F-104 4-1 “bambolina” del 4° Stormo, un AMX del 51°Stormo, il Tornado special color del 311 Gruppo del Reparto Sperimentale, l’ F-16 dell’aeronautica belga e un MB339 della PAN. C’è anche una mostra fotografica che ripercorre la storia del 4° Stormo dalle origini.

CENTENARIO GRUPPI IX- X – XII – XIII MANIFESTAZIONE AEREA

Nel pomeriggio a Marina di Grosseto le prove della manifestazione aerea che si terrà il giorno dopo sul litorale. 

AIR POLICING BULGARIAN HORSE
1 luglio – 1 novembre 2017 

(arc. Lab.foto 4°Stormo)


Quattro Eurofighter dell’Aeronautica Militare , pilotati da equipaggi del 4°, del 36° e del 37° Stormo, decollati dall’aeroporto militare di Grosseto, sono atterrati sulla base bulgara di Graf Ignatievo, per dare il via all’operazione di Enanched Air Policing in Bulgaria denominata “Bulgarian Horse”.
L’operazione ha come obiettivo quello di preservare lo spazio aereo della NATO aumentando ed integrando l’attività di difesa aerea bulgara.
Gli assetti italiani implementeranno il servizio di sorveglianza dello Spazio Aereo bulgaro fino alla metà del mese di ottobre volando al fianco dei velivoli MiG-29 in dotazione all’aeronautica di Sofia.
Il Comandante della TFA ha sottolineato che ” L’Aeronautica Militare italiana è orgogliosa di cooperare con l’Aeronautica bulgara per preservare lo spazio aereo della NATO, nell’ambito dell’ampio dispositivo di difesa integrata dell’Alleanza. Questa è un’ opportunità per entrambi per accrescere interoperabilità e conoscenze.
La TFA 4° Stormo, costituita sulla base aerea di Graf Ignatievo, grazie ad un Advanced team logistico formato dalla 3ª Divisione del Comando Logistico dell’Aeronautica Militare e dal 3° Stormo di Villafranca, sarà alle dirette dipendenze del Comando Operativo di Vertice Interforze.
Fonte Cap Orlando Fantozzi

(arc.blog remove before flight)

SCRAMBLE

Il 14 luglio 2017 alle 14.30 circa, due Eurofighter del 4° Stormo in prontezza d’allarme per la sorveglianza dello Spazio Aereo del nord Italia, sono decollati per raggiungere, intercettare e fornire assistenza ad un velivolo privato AD40 che, decollato da Venezia, si stava dirigendo in Germania privo di contatto radio con gli enti preposti.

CAMBIO COMANDO 904 G.E.A. 
5 settembre 2017 il Col. G.A.r n Cosimo Ricchiuti cede il Comando del GEA al T. COL. r n DAVIDE BRUNO

SORVOLO SULLA PISTA DI FIORANO

Nell’ ambito delle celebrazione dei 70 anni Ferrari sulla pista di Fiorano, l’ 8 settembre quattro Eurofighter del 4°Stormo, sorvolano il luogo della cerimonia.

CAMBIO COMANDO IX GRUPPO 
12 settembre 2017 il T.Col. Pil. Alessandro D’ Andria. cede il Comando del Gruppo al T.COL. PIL. ROBERTO LOSENGO (EF-2000)

(arc. Lab.foto 4°Stormo-IX Gr.)

CAMBIO COMANDO 20° GRUPPO 
14 settembre 2017 il T.Col. Pil. Morgan Lovisa cede il Comando del Gruppo al MAGG. PIL. VITUCCI MARCELLI

XXV INTERNATIONAL INDUSTRY EXHIBITION (PL)

Per il XXV International Defense Industry Exhibition MSPO di Kielce (PL), il mensile polacco iTechniKa Wojsko, in una edizione speciale della rivista militare e tecnologica, dedica la copertina agli Eurofighter italiani di cui due del 4° Stormo.

(arc.Woijsko)

ESERCITAZIONE VG 17
16 – 27 ottobre 2017

Inclusa all’interno della JS17, la VG17 è una rete di esercitazioni svolta dalle Forze Armate in varie parti del territorio nazionale, basate su un unico scenario fittizio, che ha visto la messa in atto di una vasta operazione interforze e multinazionale in risposta ad una crisi internazionale.
Una prima parte della Joint Stars, denominata Virtual Flag 2017 e dedicata ai processi di pianificazione delle operazioni aeree nel contesto di campagne di peace-keeping fuori dei confini nazionali, è stata condotta a giugno dall’Aeronautica Militare presso il Comando Operazioni Aeree di Poggio Renatico.
Con la seconda parte della JS17 l’esercitazione ha assunto i connotati di una LIVE EXERCISE (LIVEX), che prevede la condotta di eventi reali, non più sul piano prettamente virtuale e simulato. La fase LIVEX ha coinvolto più Forze Armate e ha visto effettuare una Non-combatant Evacuation Operation (NEO, Operazione di Evacuazione di Civili), oltre ad una operazione anfibia con la partecipazione di assetti della Marina Militare e dell’Esercito Italiano.