Laage 12 – 22 aprile

“La ‘Brilliant Ardent’ ha previsto il rischieramento all’estero da parte del IX Gruppo di Volo del 4° Stormo di Grosseto. Questo rischieramento è la naturale conseguenza della valutazione FORCEVAL, già sostenuta e superata nel Giugno 2009 a Grosseto. Il Gruppo di Volo si è confrontato, sia dal punto di vista tattico che logistico, con altri paesi NATO al fine di verificare le proprie tattiche e valutarne l’efficacia oltre che migliorare le proprie procedure operative,” ha evidenziato il Maggiore Marco Bertoli, Comandante del IX Gruppo di Grosseto e capo della componente aeronautica presso l’aeroporto militare di Laage. Sempre Bertoli continua nel sottolineare come “la missione assegnata ai ‘caccia’ di Grosseto prevedeva il rischieramento del gruppo in un paese estero in uno scenario simulato di crisi politica che incrementava poi in una situazione di conflitto tra due paesi ostili ed i loro alleati. Le tipologie di missione volate sono state di tipo offensive, difensive, di scorta, di ground alert, in relazione dallo scenario intelligence prospettato e dal task assegnato”. 

Logistica 
30 autisti, 10 autoarticolati, 1 mezzo di scorta, 3.660 km percorsi in 60 ore di viaggio tra andata e ritorno, oltre 4 milioni di Euro di valore assicurato, più di 100 tonnellate di materiali e strumentazioni mosse da Grosseto a Laage (Germania), per supportare la partecipazione del 4° Stormo all’esercitazione internazionale ‘Brilliant Ardent 10’ . Questi i numeri salienti di una vera e propria avventura su strada iniziata a Grosseto il 29 marzo e conclusasi il 28 aprile 2010 con il rientro alla base madre del convoglio, accolto al suo arrivo dal Comandante del 4° Stormo.
Quella che può apparire una semplice missione di trasporto materiali, è figlia in realtà di un lungo e laborioso impegno organizzativo, portato a termine con successo grazie al sinergico impegno del 504° Gruppo SLO con la Sezione Autotrasporti, e del 404° Gruppo STO con il Servizio Materiale Speciale Aeronautico. Il 504° Gruppo SLO fornisce tutto il supporto logistico necessario al regolare svolgimento della vita del Reparto, mentre il 404° Gruppo STO garantisce tutti i servizi tecnici inerenti assistenza e manutenzione di apparati radio e di telecomunicazione. Per il tramite delle suddette articolazioni e di tutto il personale delle stesse, è stata profusa ogni possibile energia e fatto ricorso ad un vasto bagaglio di esperienza e di conoscenze tecniche  per organizzare e portare a compimento la missione assegnata.
Con la collaborazione di altri Reparti dell’Aeronautica Militare, è stato infatti possibile far fronte alla gravosa esigenza, senza penalizzare i servizi resi in ambito aeroportuale dalla stessa sezione.

Germania base aerea Rostock-Laage, aprile 2010. (Arch. Bertoli)
(Arc. Bertoli)
Laaage, piloti del IX Gruppo. Da sx verso dx: cap.Walter Pacini, cap. Stefano Spreafico, cap. Roberto Massarotto, cap. Massimiliano Pomiato, magg. Andera Braga, magg. Davide Marzinotto, magg. Marco Bertoli (comandante il IX Gruppo), magg. Moris Ghiadoni, magg. Ivan Laudizi, magg. Andrea Saglia, cap. Salvatore Folorio, cap. Federico Sacco Maino, ten. Federica Maddalena. (Arc.Bertoli)