21° Stormo



1925

Il 21° Stormo Aeroplani da Ricognizione si costituisce il 20 dicembre 1925 con sede a Bologna, in base alle disposizioni impartite con circolare n.57200 del 12 ottobre 1925, dall' Ufficio di Stato Maggiore della Regia Aeronautica.

 


A Campoformido si trova il comando del 63°Gruppo e a Bologna il comando del 67°Gruppo. Il velivolo in dotazione per tutte le Squadriglie č l'Ansaldo 300/4 tranne per la 38^ Sq. che utilizza il Fiat R.2 e l'87^ Sq. che  oltre all' Ansaldo 300/4 utilizza anche lo SVA.



Gorizia1925 ufficiali del R.E.ed un ufficiale pilota della R.A.
davanti ad un Ro.1


1927


Il 20 gennaio 1927, in seguito ad ordine del comando della 2^ Z.A.T., il comando del 63°Gruppo Osservazione Aerea con le dipendenti 41^ e 113^ Squadriglia, viene trasferito da Campoformido a Gorizia dove si trova giā la 38^ Squadriglia.


Stemma del 63°Gruppo O.A.

Con il 1° febbraio 1927 la 41^ Squadriglia viene collocata in posizione quadro e assunta amministrativamente dalla 113^ Squadriglia: verrā ricostituita a Gorizia il 10 agosto dello stesso anno in seguito ad ordine dello S.M. della R. Aeronautica con personale del 21° Stormo e velivoli Ro.1. Gli  hangar, il  comando e i piazzali aeroplani della Ricognizione sono collocati nella zona nord dell'aeroporto.


Gorizia aeroporto, velivoli della Ricognizione. (Arch.Mor 02)



Il 30 aprile 1927, con F.O.M. n.12, il 62°Gruppo Aeroplani con sede a Pisa, passa alle dipendenze del 21° Stormo con le due Squadriglie 28^ e 29^ dotate di velivoli A.300/4. Alla stessa data  viene assegnato al 67°Gruppo la 25^ Squadriglia montata su velivoli A.300/4 e con sede sull'aeroporto di Loreto. Con F.O.M. n.15 del 25 maggio, la 87^ Squadriglia cessa di appartenere al 67°Gruppo e passa alle dipendenze del 15°


1928


Con F.O.M. n.24 del 25 agosto 1928, l'87^ Squadriglia rimanendo nella sede di Padova, cessa di dipendere dal 15°Gruppo e passa alle dipendenze del 63°Gruppo. Il 15 gennaio 1929 con F.O.M. n. 36 del 25.12.1928,  il 62°Gruppo passa alle dipendenze del 19° Stormo da Ricognizione.


1929


Trasferimento del Comando Stormo a Gorizia:
il 15 aprile 1929 con F.O.M. n.11 del 1929, il comando Stormo da Bologna viene trasferito sull'aeroporto di Gorizia - Merna; la 32^ Squadriglia dall' aeroporto di Boscomantico si trasferisce sull' aeroporto di Bolzano (F.O.M. n.12). Il comando del 67°Gruppo e la 115^ Squadriglia si tarsferiscono da Borgo Panigale (Bologna) a Poggio Renatico. Nello stesso anno anche la linea di volo si rinnova  a partire dal mese di aprile/maggio: le Squadriglie del 15°Gruppo vengono dotate di velivoli Ro.1, quelle del 67°Gruppo di velivoli A.300/4, la 38^ e la 113^ Squadriglia del 63°Gruppo di velivoli Ro.1 mentre l'87^ Squadriglia sempre del 63°Gruppo di velivoli velivoli A.120. Nel 1929 tutte le Squadriglie dello Stormo, fatta eccezione della 87^, hanno in dotazione 7 velivoli Ro.1 ciascuna.
 


Gorizia, Corsini su velivolo A. 300 della 38^ Squadriglia.(Arch.Corsini 07)


1931

Il 16 ottobre 1931 il comando del 67°Gruppo e la 115^ Squadriglia, in base alle disposizioni del comando 2^ Z.A.T. con foglio n. 23355,  vengono nuovamente trasferiti sull'aeroporto di Borgo Panigale.


1932


Amedeo di Savoia comandante il 21°Stormo:
il 71°Gruppo con le Squadriglie 28 e 116^ viene costituito sull'aeroporto di Roma il 1°marzo 1932 e passa alle dipendenze dello Stormo il 4 aprile dello stesso anno. Il velivolo in dotazione č il Ro.1 L'11 giugno 1932 il comando dello Stormo, che comprende il 15°, 63°, 67°, °e 71° Gruppo viene assunto dal  Duca d'Aosta con il grado di colonnello. Il 63°Gruppo con la 41^ Squadriglia e  il 71°Gruppo Ricognizione Tattica con la 38^ e 116^ Squadriglia, sono dislocati nell'aeroporto di Gorizia.


1933

ll 1°maggio il Duca lascia il comando stormo per prendere quello del Quarto. Ai primi di agosto dello stesso anno i velivoli Ro.1 della 32^ e 35^ Squadriglia del 15°Gruppo (Verona) vengono sostituiti con i Ro.1  bis.

1934

Il 28 febbraio 1934 il comando 15°Gruppo si trasferisce dall' aeroporto di Verona a quello di Bolzano (suppl. F.O.M. del 22.2.1934) mentre il 20 maggio dello stesso anno si costituisce presso l'aeroporto di Ghedi una Sezione Autonoma da R.T. con 6 velivoli  Ro.1 bis alle dipendenze del 15°Gruppo. Per l'impiego operativo la Sezione dipende invece dalla Divisione Militare di Brescia.



Gorizia 16 aprile 1934 formazione di Ro.1 della 41^ Sq. In basso si intravvede il fiume Isonzo. (Arch.Patriarca 008)


1935

Durante l'anno avvengono i seguenti movimenti: il 3 luglio, il 20 e 24 agosto la 41^, 116^ e 38^ Squadriglia O. A. si trasferiscono in volo a Capodichino per l' imbarco per l' Africa Orientale. Il 15 luglio e il 1° settembre vengono costituite le Squadriglie: 41^, 116^ e 38^ bis da O.A. con personale dei vari Reparti dello Stormo e con quello rimasto in sede non partito per l' A.O. Il 15 ottobre il comando Stormo si trasferisce a Padova (foglio n. 42910 del 27  settembre 1935). A Gorizia rimangono il 71° ed il 63° Gruppo con le rispettive Squadriglie.


1936 - 1937

Tra il 1936 e il 1937 la linea di volo dello Stormo si rinnova con l'aquisizione del nuovo velivolo Romeo Ro.37. L' assegnazione dei nuovi velivoli avviene nel seguente ordine: maggio1936, 38^Squadriglia con sede a Gorizia / agosto1936, 116^Squadriglia con sede a Gorizia / settembre1936, 87^Squadriglia con sede a Padova /  ottobre 1936, 115^Squadriglia con sede a Bologna / ottobre1936, 13^Squadriglia con sede a Udine / novembre 1936, 41^Squadriglia con sede a Gorizia / marzo 1937, 32^Squadriglia con sede a Bolzano / maggio 1937, 35^Squadriglia con sede a Verona / marzo 1937, Sezione Autonoma con sede a Ghedi.



Gorizia, Ro 37 della 116^Sq. in linea di volo. (Arch.Moroni 12)


1938

L' 8 gennaio la Sezione Autonoma dislocata a Ghedi viene soppressa. Alla stessa data sempre sull'aeroporto di Ghedi si costituiscono la 136^ e 137^ Squadriglia O.A. su Ro.7 bis. In seguito verranno perse dallo Stormo a causa del loro trasferimento in Libia, rispettivamente a Castel Benito e a Benina. Il10 settembre la 25^ Squadriglia  sostituisce i Ro.1 bis con i Ro.7 bis.

1939

Nel mese di luglio si costituisce sull'aeroporto di Jesi la 122^ Squadriglia O.A. dotata di Ro.37 bis, destinata all' Aviazione della Libia.
Con il Foglio d'Ordini Riservato n.26, del Ministero dell' Aeronautica, in data 15 settembre 1939 il 21° Stormo O.A. cambia la costituzione organica. I seguenti comandi e Reparti dipendenti passano alle dipendenze del 22° Stormo O.A. di nuova costituzione con sede a Udine: 15° Gruppo, Bolzano e 32^ Squadriglia di Bolzano / 63° Gruppo, Udine - 41^ squadriglia di Gorizia e 113^ Squadriglia di Udine / 71° Gruppo, Gorizia - 38^ e 116^ Squadriglia Gorizia. Il 71° Gruppo con la 38^ e 116^ Squadriglia, continua ad essere dislocato nell'aeroporto di Gorizia fino alla primavera del 1942. Al 21° Stormo vengono assegnati: 65° Gruppo O.A.  con sede a Padova (nuova costituzione), 68° Gruppo O.A.  con sede a Verona (nuova costituzione), 24^ Squadriglia O.A. con sede a Verona, 36^ Squadriglia O.A. con sede a Padova mentre la 25^ Squadriglia O.A. viene trasferita sull'aeroporto di Jesi. I velivoli in dotazione alle Squadriglie nuove assegnate (24^ e 36^) sono rispettivamente il Ro.37 ed il Ro.37 bis.

1940

Il 2 giugno in seguito all'apertura del "Piano di radunata", il 21° Stormo si trasforma in Comando Aviazione 6^ Armata "Po" con sede a Verona. All'atto dello schieramento lo Stormo perde il 67°Gruppo. Qualche giorno, il 7 giugno, vengono assegnate la 34^ e la 128^ Squadriglia dotate di velivoli Ca.311 e provenienti dal 19° Stormo O.A. La loro sede č a Parma ma all'atto della dichiarazione di guerra si trasferiscono sul campo di manovra di Cervere, in Piemonte. Queste Squadriglie assieme alla 34^ e 35^ Squadriglia costituiscono il 68°Gruppo O.A.; successivamente  il 21 giugno verranno trasferite sull'aeroporto di Massarza, Biella.


1941

In seguito ad ordine dell'Ufficio di S.M. della R. Aeronautica, il 1° marzo lo Stormo si ricostituisce sull'aeroporto di Padova; al Reparto vengono assegnati: il LXI Gruppo con sede sull'aeroporto di Bresso, 34^, 128^ e 136^ Squadriglia O.A. e il LXV Gruppo con sede sull'aeroporto di Padova, 36^ e 87^ Squadriglia O.A. Il velivolo in dotazione alle Squadriglie č il Ca.311. Il 30 marzo la 136^ Squadriglia arriva sull'aeroporto di Bresso proveniente dall' A.O.I. Alla stessa data una Sezione di tre Ca.311 dell' 87^ Squadriglia si trasferisce sull'aeroporto di Parma.  Il 20 dello stesso mese l' 87^ Squadriglia diventa autonoma e si trasferisce sull'aeroporto di Foggia.
Il 2 aprile cessano di far parte dello Stormo il comando del LXI Gruppo con la 34^ e 128^ Squadriglia e il comando del 65°Gruppo con la 36^ Suadriglia perchč trasferite alle dipendenze dell'Aviazione della 2^ Armata. Anche nel 22° Stormo si succedono degli avvicendamenti. Il Comando del 73°Gruppo O.A. con la 127^ e 137^ Squadriglia dislocato sull'aeroporto di Bolzano, il 2 aprile passa alle dipendenze del 21° Stormo. Il 1° maggio il 65°Gruppo con la 36^ Squadriglia cessa di dipendere dal Comando Aviazione 2^ Armata e ritorna a far parte del 21° Stormo. Lo stesso Gruppo il 21 dello stesso mese, asume in forza la 33^ Squadriglia O.A. proveniente dalla Libia. La sede č sull'aeroporto di Padova. Sempre proveniente dalla Libia, il 21 maggio il 64°Gruppo O.A. con la 122^ e 136^ Squadriglia viene assegnato al 21° Stormo con sede sull'aeroporto di Bresso. Il velivolo č il Ca.311.
Il 20 luglio la 36^ Squadriglia diventa Autonoma e passa alle dirette dipendenze del Comando Superiore Aviazione per il Regio Esercito e si trasferisce a Gorizia per raggiungere in seguito la nuova sede sull'aeroporto di Mostar.
In data 13 agosto il Comando 65°Gruppo viene sciolto e la 33^ Squadriglia diventa Autonoma, alle dirette dipendenze dello Stormo.
Il 1° ottobre il comando 73°Gruppo si trasferisce da Bolzano a Novi Ligure e passa alle dipendenze del 19° Stormo O.A. e le dipendenti Squadriglie vengono dislocate rispettivamente: la 137^ a Novi Ligure e la 127^ a Mondovė.
Il 64°Gruppo rimanendo sull'aeroporto di Bresso, il 10 ottobre torna alle dipendenze del 19° Stormo O.A. Il 3 ottobre anche la 33^ Squadriglia passa alle dipendenze del 68° Ggruppo del 19° Stormo e si trasferisce da Padova a Venaria Reale. Il  10 ottobre 1941in base ad ordine dello Stato Maggiore della Regia Aeronautica, dispaccio n.2/8380 del 5 ottobre, il Comando del 21° Stormo viene sciolto: si ricostituirā il 9 maggio del '42 a Sussak alle dipendenze del Comando Superiore Aviazione per il Regio Esercito.

1942

Nella stessa data di ricostituzione dello Stormo (9 maggio 1942), avvengono le seguenti variazioni: i Gruppi O.A. 63°e 71°cessano di dipendere dalla 2^ Armata e passano alle dipendenze del 21°Stormo O.A. , la 121^ Squadriglia Autonoma O.A. dalla 2^ Armata passa alle dipendenze del 21° Stormo O.A., il Comando Aviazione 2^ Armata si scioglie. Il 13 maggio il 71°Gruppo O.A. cessa di dipendere dal 21° Stormo e diventa Autonomo e viene trasferito sul fronte russo passando alle dirette dipendenze del Comando Aviazione del Corpo di Spedizione Italiano in Russia. Il 15 giugno il 61°Gruppo O.A. cessa di dipendere dal Comando Aviazione del Corpo di Spedizione Italiano in Russia, rientra in Italia, si trasferisce nel territorio della 2^ Squadra Aerea e passa alle dipendenze del 21° Stormo O.A.
Il 5 agosto la 120^ Squadriglia Autonoma O.A. cessa di dipendere dal 19° Stormo O.A.si trasferisce nel territorio della 2^ Squadra Aerea e passa alle alle dipendenze del 21°Stormo O.A. In data 26 agosto la 36^ Squadriglia O.A. cessa di dipendere dal 5°Gruppo Autonomo O.A. , diventa Autonoma si trasferisce nel territorio della 3^ Squadra Aerea e passa alle dipendenze del 20° Stormo O.A.




I Gruppi O.A. 5° e 63°dipendono per l'impiego dal Comando Superiore FF.AA. "Slovenia - Dalmazia". Dopo l'8 settembre 1943, il 21° Stormo viene sciolto.